Ancora un carico di marijuana bloccato dalla Guardia di Finanza, due arresti

Nuova operazione antidroga dei militari della Guardia di Finanza che
hanno bloccato, nel canale d’Otranto, un gommone carico di marijuana e tratto in arresto i due trafficanti. L’attività è scattata quando le unità aeronavali impegnate in una ordinaria missione finalizzata alla sorveglianza delle Frontiere, nell’operazione “TRITON 2017” dell’Agenzia FRONTEX, e al contrasto dei traffici illeciti via mare, hanno avvistato un’imbarcazione visibilmente carica di sostanza stupefacente (oltre 600 kg di marijuana) che si stava dirigendo verso le coste italiane.
Gli assetti aeronavali della Guardia di Finanza, coordinati in Puglia dal Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto, si sono diretti al largo della costa salentina.
E’successo alle 20:00 di domenica sera, quando i militari a bordo di due unità velocissime del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari, hanno cercato di bloccare i trafficanti che tentavano di darsi alla fuga aumentando la velocità verso il largo, nonostante il grosso carico trasportato sulla piccola imbarcazione. Iniziava, quindi, un inseguimento che si è concluso poco dopo con l’abbordaggio dell’imbarcazione fuggitiva da parte delle Fiamme Gialle, a poche miglia al largo di San Cataldo (LE).
Il mezzo utilizzato per l’illecito traffico, un gommone lungo 6 metri, con un motore fuoribordo, è stato condotto agli ormeggi della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Otranto. A bordo del natante, posto sotto sequestro, sono stati trovati 41 colli di varie dimensioni dal peso complessivo di oltre 605 kg di marijuana, che avrebbero portato al mercato clandestino oltre 6 milioni di euro.
Gli scafisti, A. D. 37 anni, brindisino e G.A. 54 anni, di Valona, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
Attivata anche in questa circostanza la ormai stabile collaborazione operativa ed investigativa con le Autorità di polizia albanesi, tramite il Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo.
Le festività di Capodanno non hanno scoraggiato i trafficanti ma neanche gli uomini delle Fiamme Gialle territoriali ed aeronavali che continuano incessantemente a pattugliare le coste Pugliesi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: