Ambiente: abbandono rifiuti nelle campagne…intervengono i Carabinieri

Sei persone sono state denunciate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto che, in collaborazione dei colleghi del NOE di Lecce e del Carabinieri del Gruppo Forestale di Taranto hanno individuato anche otto aree divenute discariche abusive.
Per contrastare i reati e gli illeciti in materia ambientale in tutta la provincia, i militari hanno intensificato i controlli presso i centri di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ma hanno anche svolto servizi ispettivi rivolti ad attività commerciali presenti sul territorio ed a monitorare le zone più isolate, al fine di prevenire l’abbandono incontrollato dei rifiuti.
In particolare a Martina Franca sono stati individuati due siti in cui erano stati abbandonati rifiuti di vario genere e sono stati denunciati in stato di libertà, per gestione illecita di rifiuti, un 56enne del posto sorpreso alla guida di un autocarro mentre trasportava rottami in assenza di autorizzazione e un 64enne della provincia di Bari, legale rappresentante di una cava all’interno della quale si esercitava la lavorazione di pietre in violazione della citata norma;
altra discarica di rifiuti individuata a San Giorgio Jonico dove è stato inoltre denunciato in s.l. per gestione illecita di rifiuti, un 50enne del posto, amministratore unico di una ditta di smaltimento di rifiuti, che avevo omesso di smaltire alcuni rifiuti speciali;
a Grottaglie è stato denunciato in s.l. per emissione di odori molesti nell’ambiente un 44enne della provincia di Napoli, sorpreso alla guida di un autocarro dopo aver scaricato, presso una discarica, fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane che trasportava senza adottare cautele tese ad evitare la propagazione di odori molesti;
a Montemesola i militari hanno individuato un’area interessata dall’abbandono incontrollato di rifiuti. Denunciato in s.l. per gestione illecita di rifiuti un 31enne tarantino in quanto aveva omesso di smaltire l’olio esausto proveniente dalla sua pizzeria; elevata invece una sanzione amministrativa nei confronti di un 47enne barese, amministratore unico di un salumificio per aver omesso la tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti prodotti dalla sua attività;
a Massafra sono stati individuati 2 diversi siti interessati dall’abbandono incontrollato di rifiuti e rispettivamente di una superficie di 1.000 e 7.000 mq e durante gli accertamenti è stato denunciato in s.l. il proprietario dell’area più piccola mentre sono in corso gli accertamenti per identificare il proprietario del secondo terreno;
Altri 8 siti caratterizzati dall’abbandono di rifiuti venivano individuati : 2 a Taranto, 2 a Palagiano, 1 in Crispiano 2 a Castellaneta e 1 a Manduria ed in merito, i Carabinieri provvedevano ad informare le Autorità competenti per i relativi provvedimenti di bonifica.

Le attività di contrasto agli illeciti ambientali, da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto continuerà incessantemente con appositi servizi preventivi e repressivi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: