Al via a Sava i primi Progetti Utili alla Collettività proposti da “SOS Sava”

Saranno presto attivati a Sava i primi due PUC (Progetti Utili alla Collettività). L’iter si è concluso con la firma del responsabile dell’Ambito 7 dr. Raffaele Salamino e l’Associazione SOS Sava. 

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Dario Iaia: “Ringrazio l’avv. Roberta Friolo, assessore ai servizi sociali e l’avv. Imma Fiscini, funzionario dei servizi sociali del Comune di Sava, oltre ai collaboratori dell’ambito per l’ottimo lavoro svolto. Ora, finalmente potranno prendere il via i due progetti “Non sei mai solo” e “Una mano per l’ambiente” proposti dall’SOS Sava. Con il primo progetto verranno impegnati cittadini usufruitori del reddito di cittadinanza per lo svolgimento di assistenza solidale, trasporto ed altro in favore di soggetti fragili e soli. L’obiettivo principale che si propone tale progetto risiede nel miglioramento qualitativo della vita degli assistiti anche attraverso l’assistenza domiciliare, nel perfezionamento e potenziamento del servizio di trasporto sanitario e taxi sociale destinati oltre al paese di Sava stesso (sede di svolgimento del progetto), anche ai paesi limitrofi riuscendo a coprire  tutte le richieste che quotidianamente pervengono, incrementando così il numero di ore e di beneficiari. Grazie al progetto “non sei mai solo”, infatti, si vuole dare una risposta pronta ed effettiva alle reali esigenze di coloro che sono soli ed impossibilitati a recarsi presso ambulatori, ospedali, cliniche, ma anche incapaci a svolgere le normali attività quotidiane come il ritiro della spesa, dei farmaci ecc. Quest’ultima attività potrà essere svolta dai volontari anche grazie alle biciclette in dotazione.
Con il secondo progetto “Una mano per l’ambiente” sono previsti servizi finalizzati al controllo dell’ambiente, al pronto intervento in caso di piccoli incendi e di discariche abusive, si potenzierà il gruppo di protezione civile, incrementando la presenza del servizio sul territorio.
Le attività che andranno a svolgere i beneficiari RdC, saranno di pronto intervento affiancando i volontari già operanti ed addestrati nel settore. I volontari di RdC, su base volontaria, potranno svolgere anche le attività di antincendio a seguito di apposito corso di formazione. Ringrazio l’SOS Sava
– conclude il Sindaco Iaia – per avere saputo cogliere questa opportunità.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: