A Sava Pubblica Illuminazione a led e Scuola Steineriana

Due importanti argomenti sono stati affrontati nell’ultima seduta del Consiglio Comunale di Sava. La maggioranza ha approvato lo studio di fattibilità sulla pubblica illuminazione e la variante al piano di fabbricazione comunale che consentirà la realizzazione di un plesso scolastico d’ispirazione Steineriana.
Il PD e Sava in Movimento, con una mozione congiunta avevano chiesto il ritiro di entrambi i punti dall’o.d.g. del Consiglio Comunale, motivandolo con la necessità di un approfondimento delle due delibere. Per la stessa motivazione, anche FI si era accodata a tale richiesta. Ma la maggioranza, ritenendo pretestuose le posizioni delle opposizioni ha proceduto con l’approvazione di entrambi i punti all’ordine del giorno. Durante la votazione, pertanto, PD e Sava in Movimento hanno abbandonato l’aula, mentre FI ha votato contro.

“L’approvazione dello studio di fattibilità sulla pubblica illuminazione – secondo il Sindaco Iaia – avvia un percorso che porterà, a breve, alla indizione della gara d’appalto per l’affidamento in concessione del servizio .
L’iniziativa consentirà al Comune di Sava di avere un impianto di pubblica illuminazione efficiente, che andrà a servire di illuminazione quelle zone che ne sono prive. Sarà un impianto più rispettoso dell’ambiente, con una riduzione del canone e delle spese di manutenzione. Tutte le lampade utilizzeranno tecnologie LED. La gara avrà un importo di circa 12 milioni di euro per la durata di venti anni.”
Grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Dario Iaia e dall’assessore al ramo Pasquale Calasso secondo i quali finalmente dopo anni di discussioni l’iter per dotare la cittadina di un impianto di pubblica illuminazione degno di questo nome, ha preso il via in maniera decisiva. “Noi lavoreremo, con grande impegno, – hanno affermato il sindaco Iaia e l’assessore Calasso – affinchè, entro il prossimo anno, partano i lavori per il rifacimento e l’ampliamento di tutti gli impianti di illuminazione pubblica. Finalmente, Sava sarà più illuminata e più bella, le zone che non hanno illuminazione pubblica ne verranno dotate e pagheremo anche di meno come canone”. Ed hanno aggiunto: “E’ un risultato importantissimo che avremmo voluto condividere con le opposizioni, ma, purtroppo, dobbiamo prendere atto che, come sempre, per queste è più importante la polemica e l’avversione verso la nostra amministrazione, che le opere pubbliche in favore della collettività. Tuttavia, nonostante questo, noi andiamo avanti per la realizzazione del nostro programma di governo”.
In seguito, il consiglio comunale, sempre a maggioranza, ha approvato la variante al piano di fabbricazione per consentire la costruzione, in contrada “Petrose”, di un plesso scolastico della scuola Steineriana. A Sava si intende realizzare la più grande struttura Steineriana del Mezzogiorno.
La lunga seduta consiliare è terminata in tarda serata con l’approvazione del regolamento comunale teso a disciplinare gli impianti videosorveglianza pubblica dislocata sul territorio comunale e la nomina dei revisori dei conti, individuati con la nuova procedura di l’estrazione da un albo regionale presso la prefettura di Taranto. I tre revisori estratti provengono da Torre Santa Susanna, Giuggianello e Manfredonia.

comune-sava

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: