S. Pietro in Bevagna invasa da spazzatura e amianto: i residenti costituiscono un comitato

Per far sentire la propria voce agli amministratori di Manduria sul problema della raccolta dei rifiuti nelle strade di San Pietro in Bevagna, i cittadini della zona hanno costituito un comitato, preoccupati dall’aumento esponenziale degli accumuli di spazzatura, forse anche per l’avvio in paese della raccolta differenziata porta a porta e la conseguente rimozione dei cassonetti pubblici.
“Certamente – scrive a nome del comitato Giovanni Cazzato – chi abbandona i rifiuti per strada compie un atto di inciviltà e per questo andrebbe fortemente penalizzato. Ma per questo occorre vigilanza da parte della polizia municipale che ben conosce questi problemi. Ora si dà il caso che, come dimostra la foto, oltre la solita spazzatura rappresentata da rifiuti di ogni genere, sia stato abbandonato del materiale altamente pericoloso come l’eternit. Questo materiale causa gravi malattie a effetto ritardato e giace per terra da circa due mesi. Abbiamo segnalato il tutto al Sindaco, al Comando della Polizia Municipale e all’ufficio tecnico, oltre al
Segretario comunale. Ad oggi nessuna risposta se non laconiche esclamazioni di sorpresa e di ‘vedremo cosa fare e lo faremo’.
Ma intanto i cumuli aumentano e le fibre di amianto non chiedono il permesso prima di insinuarsi nelle vie respiratorie”.
La foto è stata scattata in Via Sicilia che incrocia con Via Lago di Bolsena, a circa 150 metri dalla fontana che si trova all’ angolo tra Po e Via Sicilia, procedendo in direzione Torre Colimena.

amianto S. Pietro in Bevagna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: