Pulsano: due eventi per assistere i randagi e aiutare, con i cani, i bambini autistici

Tre associazioni in rete ha organizzato a Pulsano un concerto benefico per i randagi e una mattinata di attività assistite dal cane per i disabili. Gli eventi, nell’ambito dell’iniziativa del Centro Servizi Volontariato di Taranto “Idee di rete…” per promuovere il volontariato, vedono insieme le tre associazioni “Angeli figli dell’autismo” (capofila), A.N.T.A. Onlus Sava e “La Fenice” grazie anche del patrocinio del Comune di Pulsano e dell’appoggio della Regione Puglia.
Si comincia alle ore 19.00 di sabato 29 dicembre, nella suggestiva atmosfera del Teatro Comunale “Andrea De Marco” di Pulsano, con il concerto benefico “Musica a Colori Live”, serata con ingresso libero e gratuito; è prevista una raccolta di fondi per acquistare alimenti e medicinali per i randagi di Pulsano.
Ci sarà anche l’esibizione musicale della cantautrice “Melga”, nome d’arte di Gaia Costantini, che proporrà canzoni da suo vasto repertorio; Melga è una cantautrice che, anche grazie ai due album di successo e decine e decine di concerti in tutta Italia, si sta affermando presso il grande pubblico.
Durante il concerto un’artista di face-painting dipingerà immagini a tema libero sul viso di adulti e bambini, le stesse persone che alla fine del concerto sfileranno per far votare al pubblico il face painting più suggestivo.
Sarà una serata lieta all’insegna del talento, del divertimento e della sensibilizzazione e beneficenza su tematiche cinofile. È prevista la presenza dell’Assessore regionale allo Sviluppo economico Cosimo Borraccino, dell’assessore del Comune di Pulsano Fabrizio Menza e di Francesco Riondino e Carmen Galluzzo Motolese, rispettivamente presidente e vicepresidente del CSV Taranto.
Dalle ore 9.00 alle ore 13 di domenica 30 dicembre, nella Villa comunale in via Vittorio Emanuele a Pulsano, prospiciente la pizzeria “Nuovo territorio”, si terrà “Il valore aggiunto del cane”, una mattinata di attività assistite dal cane a favore di tutti i disabili, con un occhio di riguardo ai bambini autistici.
Si tratta di attività che integrano, rafforzano e coadiuvano le tradizionali terapie e possono essere impiegate su pazienti affetti da diverse patologie con l’obiettivo di determinare un miglioramento comportamentale, fisico, cognitivo, psicosociale e psicologico-emotivo.
Lo scopo di queste co-terapie è quello di facilitare l’approccio medico e terapeutico delle varie figure mediche e riabilitative, soprattutto nei casi in cui il paziente non dimostri collaborazione spontanea.
La presenza di un animale, infatti, permette in molti casi di consolidare un rapporto emotivo con il paziente e, tramite questo rapporto, sia stabilire un canale di comunicazione paziente-animale-operatore sanitario, sia stimolare la partecipazione attiva del paziente.
Nell’occasione le attività saranno realizzate in sito dalla psicologa Roberta Tomasi e dalla dog training professional Antonella Buccoliero; è prevista anche la ricerca olfattiva a cura di Anta Cinotecnica di Sava, ASD affiliata CSEN, con la presenza del presidente Francesco Spagnolo e dell’operatrice mantrailing Antonia Miccoli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: