Brindisi: arrestati tre fratelli per il colpo alle poste del Quartiere Casale

Individuati ed arrestati dai Carabinieri i presunti autori della rapina ai danni della filiale delle Poste del quartiere Casale di Brindisi, avvenuta la mattina del 22 marzo scorso.
Si tratta dei fratelli Fabio, Francesco e Andrea Rillo rispettivamente di 36, 27 e 33 anni. Uno dei tre fratelli, Andrea, è stato bloccato nel porto di Genova dove era approdata la nave da crociera su cui stava viaggiando in giro per il Mediterraneo con la famiglia. Francesco, 27 anni, è stato bloccato a casa mentre il terzo, Fabio, 36, era già in carcere a Taranto, detenuto per altri motivi. E proprio durante un permesso premio avrebbe partecipato alla rapina alle Poste insieme ai fratelli.
Stando alla ricostruzione dei fatti, ad entrare nell’ufficio postale di via Duca degli Abruzzi, con il volto coperto da passamontagna quella mattina furono Fabio e Francesco: uno dei due impugnava una pistola, l’altro con tipica inflessione brindisina, si sarebbe rivolto ai dipendenti per chiedere di consegnare il denaro contante. Bottino: 1.435 euro. Ad incastrarli è stato il Dna, ricavato da tracce di sudore isolate sui passamontagna abbandonati durante la fuga. Il 33enne Andrea Rillo avrebbe atteso i fratelli all’esterno, alla guida dell’auto usata per la fuga. Per tutti è scattato l’arresto firmato dal giudice per le indagini preliminari Tea Verderosa, su richiesta del pubblico ministero Pierpaolo Montinaro.
Le indagini dei carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Brindisi proseguono allo scopo di verificare l’eventuale coinvolgimento degli indagati in altre rapine commesse a Brindisi, ai danni di attività commerciali e uffici postali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: