Zone Franche urbane: ora c’è attesa per il bando

Anche l’ultimo adempimento legato alle Zone Franche Urbane è stato completato: i Comuni nell’ambito dei quali ricadono questi benefici hanno indicato le cosiddette riserve di scopo, cioè a quali categorie di imprese destinare fino al 30% dei fondi. “A questo punto, affinché le agevolazioni fiscali e contributive siano estese alle Zone Franche Urbane della Puglia, occorre attendere ora solo il bando del ministero dello Sviluppo Economico. L’auspicio è che arrivi dopo Pasqua”. E’ quanto afferma l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Loredana Capone. Com’è noto il decreto interministeriale che approva le Zone Franche Urbane della Puglia è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 4 aprile 2014 e risale al 21 gennaio di quest’anno. I comuni pugliesi nei quali sono state individuate le Zfu sono 11: Andria, Barletta, Foggia, Lecce, Lucera, Manduria, Manfredonia, Molfetta, San Severo, Santeramo in Colle e Taranto. La dotazione finanziaria destinata dalla Regione Puglia alle Zone franche urbane ammonta a complessivi 60 milioni di euro a valere sugli Apq (Accordi di programma quadro) “Sviluppo locale” del Fondo di Sviluppo e Coesione 2007-2013. Beneficiari sono le micro e piccole imprese già costituite e gli studi professionali.

loredana capone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: