Taranto: incrociano le ladre che avevano appena rubato nel loro appartamento

Andati a trovare il figlio che abita in un appartamento di Via Lago di Bolsena, due coniugi hanno incrociato sulle scale due donne che avevano appena chiuso l’appartamento in questione, che si trova al primo piano, e si stavano allontanando in gran fretta. Ritenendo sospetta la presenza delle due donne che imbracciavano due borse, avendo intuito che potesse trattarsi di due ladre, i due coniugi le hanno bloccate chiedendo chi fossero e il motivo della loro presenza nello stabile, impedendogli comunque di allontanarsi. Ne è nata una breve colluttazione. Pur di sganciarsi dai due, le giovani rom non hanno esitato ad aggredire la coppia. Nel frattempo sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante della Questura di Taranto che avevano ricevuto una segnalazione dai residenti. Gli agenti hanno bloccato sulla rampa delle scale le due giovani donne mentre sul pianerottolo del primo piano vi era una donna riversa sul pavimento e suo marito intento a soccorrerla.
Gli agenti hanno accertato che le due donne di etnia Rom, rispettivamente di anni 15 e 17, erano in possesso di due grossi cacciavite, utilizzati per forzare la porta dell’appartamento dei due coniugi e che le buste contenevano oggetti trafugati dalla loro abitazione. Quanto rinvenuto è stato restituito ai legittimi proprietari, i cacciavite sottoposti a sequestro e le giovani donne, dopo gli adempimenti di legge, arrestate con l’accusa di rapina impropria e accompagnate presso il centro di prima Accoglienza di Bari.

volante-polizia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: