San Pietro in Bevagna: catena umana per salvare un anziano. Video

Tragedia scongiurata ieri mattina a San Pietro in Bevagna, nella marina di Manduria grazie al pronto intervento di alcuni coraggiosi soccorritori.E’ accaduto intorno alle 10.30. Il mare agitato per lo scirocco e le onde alte non hanno impedito ai bagnanti di rinfrescarsi in acqua. Ma il pericolo è sempre in agguato. Così a largo, in corrispondenza della spiaggia libera “delle capannine”, un anziano ha iniziato a mostrare segni di difficoltà a causa della risacca che trascinava indietro senza dare la possibilità di guadagnare la riva.

Preso dal panico l’uomo che ha rischiato di annegare, ha invocato l’aiuto degli altri bagnanti. Il primo a raccogliere l’appello è stato un dipendente della Sanity Cleaning,  una delle aziende che si sta occupando del rispetto delle norme anticovid: Domenico Di Dato non ha esitato un attimo e si è lanciato a soccorrere l’uomo. E’ stato il primo ad agganciarlo e a trascinarlo sulle spalle. Nel frattempo altri bagnanti hanno allertato anche i tre bagnini del vicino lido Murmur. Provvidenziale l’intervento di Cristiano Fontana, Alessio Tardio e Daniele Polignano che hanno dato manforte al primo soccorritore costretto ad un enorme sforzo per contrastare la forza del mare. I tre più esperti hanno coordinato una catena umana che ha consentito di portare in salvo l’anziano scongiurando una possibile tragedia. Un plauso a tutti i soccorritori ribattezzati “angeli della spiaggia” a dimostrazione che queste figure professionali sono indispensabili. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 per verificare le condizioni dell’anziano che visibilmente scosso per lo spavento, è riuscito pian piano a ritrovare la calma.  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: