Provoca incidente e scappa, arrestato dai Carabinieri

Con l’accusa di fuga a seguito di sinistro stradale, omissione di soccorso e rifiuto dell’accertamento mediante etilometro, resistenza a Pubblico Ufficiale i Carabinieri della Compagnia di

Massafra, Aliquota Radiomobile, hanno tratto in arresto D.I, 31enne, romeno, già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo, al volante del proprio veicolo tra le strade di Mottola, dopo aver compiuto una manovra a dir poco azzardata imboccando una rotatoria contromano, ha causato un incidente frontale con altro veicolo condotto da una donna che rimaneva ferita sul posto. Nonostante la grave condotta, il “pirata” si è dileguato non prestando soccorso alla donna, che riusciva ad allertare il 112. L’uomo, tuttavia, si è subito dopo imbattuto in un agente di Polizia libero dal servizio, che, notato il suo stato di alterazione, dovuto probabilmente all’uso di alcol, e constatato il danneggiamento del veicolo, ha contattato il 112 per chiedere aiuto. Vistosi ormai alle strette l’automobilista ha ingaggiato uno scontro con l’agente, che seppure qualificatosi, veniva aggredito con calci e pugni. Una volta intervenuti e nel corso dei successivi accertamenti, i carabinieri hanno appurato che l’individuo era lo stesso che, poco prima, aveva causato l’incidente dandosi alla fuga. Accompagnato in caserma, il 31enne, che  rifiutava anche di sottoporsi all’accertamento mediante etilometro, per la gravità della propria condotta, è stato tratto in arresto e su disposizione del Pubblico Ministero di turno, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa della convalida.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: