Ospedale “San Pio” di Castellaneta: dalla chiusura… al potenziamento della struttura

È stato riaperto oggi l’Ospedale “San Pio” di Castellaneta, i cui servizi erano stati temporaneamente sospesi dallo scorso 8 aprile, per permettere la sanificazione degli ambienti, dopo il verificarsi di alcuni casi di contagio da Covid-19.

In aggiunta alla sanificazione della struttura, è stato effettuato un monitoraggio capillare di tutto il personale, attraverso l’esecuzione di tamponi e, per circa 100 operatori sanitari, test sierologici per studiare una eventuale correlazione tra la presenza di anticorpi nel sangue e il risultato del test.

La Direzione della ASL Taranto ha inteso ripristinare le attività in maniera graduale, ma celere. Lo scorso 20 aprile è stata riattivata la Farmacia Ospedaliera, a seguire l’Unità Operativa di Patologia Clinica e il Laboratorio Analisi, i reparti di Cardiologia e di Radiologia l’Unità Operativa di Oncologia.

Le prestazioni e gli interventi che erano stati fissati durante il periodo di chiusura, verranno riprogrammati nei prossimi giorni.

Nelle aree comuni sono stati installati dei distanziatori per rispettare le norme anti-contagio e, in linea con le disposizioni ministeriali che regolano l’accesso alle strutture ospedaliere, verrà effettuato il controllo della temperatura corporea a coloro che entreranno nel Presidio.

Prossimamente verranno riattivati il Punto Nascita e l’Unità di Terapia Intensiva Coronarica.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla Direzione della ASL Taranto per il lavoro svolto, grazie anche alla collaborazione con i sindaci del versante occidentale della provincia di Taranto, con i quali il confronto costante, ha permesso uno svolgimento rapido delle procedure.

Per il Presidente della Provincia di Taranto e Sindaco di Castellaneta, dottor Giovanni Gugliotti, “è indispensabile ora il rilancio della struttura, da attuare con il potenziamento di alcuni reparti e soprattutto della realizzazione dell’UTIC e della Rianimazione, servizi essenziali, sia per noi sindaci, sia per il Piano di Riordino Regionale, nel quale il presidio “San Pio” è stato classificato come Ospedale di I livello”.

A tal proposito è precisa volontà della Direzione della ASL Taranto di proseguire con gli interventi di potenziamento già avviati. In particolare, si evidenzia che il 20 marzo scorso è stata ultimata la progettazione definitiva per l’intervento di realizzazione dell’UTIC e della Rianimazione.

Riguardo la ripresa delle attività sanitarie “siamo assolutamente soddisfatti – prosegue Gugliotti – le nostre priorità riguardavano la riapertura in tempi ragionevoli e la messa in sicurezza sia della struttura che del personale. La ASL ha lavorato in questo senso e dobbiamo darle merito per quanto fatto. Rivolgiamo, inoltre, un sincero ringraziamento al Presidente Michele Emiliano, per l’attenzione avuta nei confronti dei Sindaci e dei cittadini”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: