Muore carbonizzato in cabina Enel: tecnici trovano cadavere

Taranto – Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato a Taranto, nella tarda mattinata di oggi, dai tecnici dell’Enel intervenuti per riparare un guasto alla cabina primaria di energia elettrica in contrada “Lupini”, che serve i comuni dell’area occidentale della provincia jonica.
La vittima è stata identificata: si tratta di Francesco Mingolla, 29 anni, residente a Torre a Mare (Bari). Secondo i primi accertamenti  il giovane sarebbe caduto accidentalmente in uno dei trasformatori con tensione di 20.000 volts.
I carabinieri intervenuti sul posto hanno effettuato i necessari rilievi per  stabilire la dinamica dell’incidente. Non si esclude si sia trattato di un tentativo di furto di cavi in rame nella cabina, e che la vittima non fosse da sola.
carabinieri10

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: