Incendia l’auto e tenta di dar fuoco al negozio della convivente: arrestato

CAROSINO – Ha bruciato l’automobile e ha tentato di dare fuoco al negozio della sua convivente. Un uomo è stato arrestato a Carosino dai carabinieri di San Giorgio Jonico (TA), intervenuti su richiesta di una donna che, intorno alle 2.30 aveva telefonato al 112 raccontando di aver sentito un rumore simile ad un petardo e di aver visto il fumo che cominciava ad uscire dal negozio nel centro della cittadina, poco distante dalla sua abitazione. Aveva inoltre visto una vettura allontanarsi poco dopo a forte velocità. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco di Taranto. Dopo aver effettuato una serie di accertamenti e raccolto alcune testimonianze, tra le quali quella della proprietaria del negozio, si è appreso che quest’ultima, già intorno a mezzanotte, aveva avuto l’ennesimo diverbio con il convivente, il quale più volte aveva minacciato di danneggiare il negozio. I militari si sono messi, quindi, alla ricerca dell’uomo che, rintracciato nella sua abitazione e condotto in caserma, ha ammesso le sue responsabilità sull’incendio del negozio, che fortunatamente ha solo causato danni alla saracinesca, ad alcuni capi di abbigliamento esposti in vetrina ed alle pareti dell’ingresso. Durante l’interrogatorio l’uomo ha anche raccontato che, dopo l’ennesimo litigio con la convivente, era uscito di casa con la Citroen C3 della donna e, dopo aver portato l’autovettura in aperta campagna, l’aveva incendiata con del liquido infiammabile. Ora Massimo Martina, 42 anni di Carosino, già noto alle Forze dell’Ordine, si trova in carcere. Dovrà rispondere di danneggiamento a seguito di incendio del negozio e dell’autovettura.

SONY DSC

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: