Ilva. Di Maio firma per accertamento sulla legittimità della gara

Il ministro dello sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio sta per firmare
l’avvio della procedura di accertamento sulla legittimità della gara di assegnazione dell’Ilva. Lo ha annunciato nel corso di un’intervista a La7.

“Non ci sto» ha detto il vicepremier «a farmi fare la lezioncina» da chi per 5 anni ha avuto in mano il dossier Ilva e ha fatto una procedura di gara piena di criticità come risulta dal parere dell’Anac». (Ndr. E’ un chiaro riferimento al suo predecessore Carlo Calenda)

«Qui – ha aggiunto – stiamo giocando con la salute dei Tarantini. E prima della tutela ambientale, prima della tutela occupazionale, viene la tutela della legalità».

Sul futuro dell’Ilva ha detto ancora : «non è una partita di calcio, acciaio sì acciaio no. In gioco c’è il lavoro e soprattutto c’è la salute dei tarantini e dell’hinterland». Il vicepremier Di Maio ha concluso ribadendo che in queste ore l’aggiudicatario del complesso siderurgico Arcelor Mittal sta riformulando ai Commissari Straordinari una nuova proposta per il risanamento ambientale e il rilancio del gruppo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: