Gallipoli: controlli area concerti, segnalati 52 assuntori

56 grammi di marijuana e 69 grammi di hashish, oltre a 39 spinelli. E’ quanto sequestrato, nel giro di poche ore, dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Gallipoli e del Gruppo di Lecce, con il coordinamento del Comando Provinciale del capoluogo salentino impegnati in specifici controlli finalizzati al contrasto allo spaccio e consumo di droghe. L’area sottoposta a controllo è quella dei concerti di “Parco Gondar” di Gallipoli. L’azione di contrasto ha visto impegnati 20 finanzieri che hanno individuato 52 giovani consumatori di sostanze stupefacenti, tra i quali 12 minorenni, tutti segnalati alla Prefettura quali assuntori.
A supporto delle attività anche alcune unità cinofile del Gruppo di Lecce, le quali, grazie allo sviluppato fiuto dei cani Valex ed Erick, hanno coadiuvato i Finanzieri nell’individuazione dei giovani in possesso di sostanze stupefacenti, anche suddivise in piccole dosi. Prima del blitz nell’area concerti, i militari avevano notato la presenza di extracomunitari che, alla vista delle fiamme gialle si sono dileguati tra i bagnanti. E’ per questo che il controllo si è poi spostato lungo la litoranea di “Baia Verde”, ove, sul ciglio della strada, è stato rinvenuto un volantino di un supermercato accartocciato con all’interno 20 dosi di marijuana nonché un astuccio per occhiali da sole
contenente 25 stecche di hashish. Soltanto due sere prima, i Finanzieri di Gallipoli avevano denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Lecce, nei pressi dello stadio, un senegalese trovato in possesso di circa 15 grammi di marijuana, suddivisa in 20 dosi.
L’attività svolta, in sinergia con le Istituzioni salentine,
quali Procura della Repubblica e Prefettura di Lecce,
impegnate nel tempo a fronteggiare le criticità legate
all’enorme aumento di presenze durante i periodi estivi nel
territorio salentino, è finalizzata al contrasto dello
spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti,
diffuso sempre più anche tra i giovanissimi, destando
sempre maggiore preoccupazione nelle famiglie ed allarme
sociale. In tal senso, l’attività operativa si orienta presso esercizi notoriamente frequentati da giovani, prevedendo una idonea cornice di sicurezza a tutela degli utenti dei locali e degli esercenti ed eseguendo controlli che rappresentano, nel contempo, attività di prevenzione e
contrasto.

gdf gallipoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: