Dalla parte del “Giannuzzi”: Fratelli d’Italia continua a difendere l’ospedale di Manduria

Dalla parte del “Giannuzzi”. Serpeggia da giorni, il rischio di ridimensionamento dell’ospedale “Giannuzzi” di Manduria e noi, in silenzio non restiamo certamente.

Abbiamo più volte, lottato perché questa struttura avesse il supporto che merita, ma evidentemente non si arresta ancora la cannibalizzazione dei servizi in questo versante della provincia.
Intendo dire chiaramente che questo presidio sanitario, oltre ad essere necessario, rappresenta un luogo di eccellenza dove numerose vite sono state salvate e dove il personale sanitario si sacrifica quotidianamente per soccombere alle numerose carenze.
Se qualcuno crede questa provincia sia terra di nessuno o peggio ancora, di conquista si sbaglia di grosso. Non accetteremo mai né la chiusura del “Giannuzzi” e né un ridimensionamento di alcuni reparti essenziali.
In più, viene meno anche quel minimo riconoscimento verso l’impegno di chi ha lottato in prima durante la pandemia. Ricordiamo infatti, che proprio l’ospedale di Manduria divenne, due anni fa, un centro “Covid” e tante promesse furono fatte da parte dell’Assessore Regionale alla Sanità e dalla dirigenza Asl dell’epoca. Fu prospettata addirittura la possibilità che Manduria sarebbe potuto diventare Ospedale di “1° Livello”. E, a dire il vero, sarebbe il minimo sindacale vista il bacino di utenza e la presenza della Rianimazione.
Nulla di tutto questo si è verificato ma, settimana dopo settimana, la situazione continua a precipitare.
Occorrono soluzioni rapide e concrete, mentre la scusa della carenza di medici non regge assolutamente! Anche la provincia di Taranto fa parte della Puglia ed anche qui, come altrove, i problemi devono essere risolti dalle Istituzioni preposte.
Noi siamo qui a vigilare e ad intervenire perché crediamo che sia indispensabile invece, il rafforzamento di queste strutture. Non mi riferisco naturalmente, solo a Manduria ma all’intera provincia tarantina perché se c’è qualcosa che la pandemia ci ha insegnato è proprio che non si può e non si deve risparmiare sulla sanità.
Avv. Dario Iaia
Coordinatore Provinciale di Fratelli d’Italia