Da Bari la nuova Alleanza Nazionale per rilanciare i valori della destra

Un appello a quanti credono nella sovranità del nostro Paese, nel rilancio dei principi valoriali della destra e nel superamento delle disuguaglianze economiche e sociali, è stato l’elemento caratterizzante del primo incontro pubblico tenuto oggi a Bari, presso la sala Finocchiaro della Regione Puglia, dal Movimento per la nuova Alleanza Nazionale.

A presiedere l’iniziativa l’onorevole Adriana Poli Bortone (per Io Sud), con al fianco il senatore Euprepio Curto ( per Futuro e Libertà) e i coordinatori regionali della Destra, Daniele Milella e della Fiamma Tricolore, Giuseppe Corona. Al tavolo, insieme a molti altri esponenti politici e simpatizzanti, Rocco Monaco, presidente nazionale Utelit Consum e Fabrizio Tatarella per Puglia Oggi.

Adriana Poli Bortone, proprio ieri nominata portavoce nazionale del neocostituito movimento politico, ha rappresentato i tratti fondamentali di una nuova destra che non deve avere timore di definirsi tale, coltivando i principi fondamentali della legalità, della tradizione, della solidarietà e dell’interesse nazionale, della sicurezza e dell’ordine sociale.

Aggiungendo subito dopo che “Questo non è un movimento politico che nasce solo per partecipare ad una competizione elettorale”, ma, al contrario, “si pone l’obiettivo di colmare un grave vuoto nel panorama politico nazionale”.

Con l’occasione sono state anche poste le premesse per completare in tempi strettissimi la fase organizzativa del Movimento per la Nuova Alleanza Nazionale attraverso la realizzazione di un coordinamento regionale aperto, ma di cui faranno necessariamente parte i responsabili provinciali delle sigle che hanno aderito al progetto della riunificazione della destra italiana.

Ovviamente, l’incontro ha costituito pure l’occasione per l’ennesimo invito a Fratelli d’Italia ad aderire al progetto, evitando di disperdere le grandi potenzialità della destra italiana sull’altare di inopportune primazie, anche alla luce ( così come sottolineato dal senatore Curto ) della presenza nel Movimento per la nuova Alleanza Nazionale di partiti politici ( il riferimento era a Fiamma Tricolore ) che addirittura non avevano aderito al progetto della prima AN. Un dato emblematico, costitutivo di un fondamentale arricchimento non solo elettorale ma anche culturale e programmatico.

In conclusione, un primo ma importantissimo passo avanti verso la ricostruzione di un’area politica che, soprattutto in Puglia, aveva segnato tappe importanti della politica regionale e nazionale.

bari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: