Bando IGECO Ambiente. Durante propone la rotazione

E’ di questi giorni la pubblicazione del Bando per la selezione del personale che l’azienda IGECO Ambiente, chiamata ad occuparsi della raccolta differenziata a Manduria, dovrà assumere per lo svolgimento del servizio porta a porta. Tale bando che era stato sollecitato dal consigliere comunale Arcangelo Durante portavoce di numerose istanze da parte di disoccupati che intendevano partecipare alla selezione, presenterebbe delle anomalie. Il consigliere Durante rileva ad esempio che non è stato indicato il numero degli operai e degli impiegati e se l’assunzione sia a tempo determinato oppure indeterminato; ma il consigliere trova strano anche il requisito preferenziale circa le esperienze lavorative che i candidati avrebbero conseguito presso la stessa azienda negli ultimi 36 mesi. In questi 36 mesi – rimarca Durante – la Igeco, senza aver effettuato alcuna selezione, ha assunto diversi operatori ecologici stagionali. Ritiene inoltre un’ anomalia il fatto che se qualcuno decide di presentare una domanda cartacea debba recarsi a Lecce; l’insufficiente tempo a disposizione per fare le domande di neanche dieci giorni. Per questo Durante ha inoltrato un’interrogazione a Sindaco e Presidente del Consiglio comunale chiedendo di sapere a quale dispositivo di legge l’Agenzia incaricata dalla Igeco si è attenuta nella formulazione del bando? Se l’Amministrazione Massafra nel corso dei 36 mesi ha mai segnalato qualche operatore ecologico all’azienda Igeco? Se l’amministrazione abbia intenzione di chiedere alla Igeco che siano apportate al bando di selezione alcune modifiche ed in particolare di considerare titoli preferenziali tutte le esperienze lavorative indipendentemente dal periodo durante il quale sono state fatte? Di sapere il numero esatto delle assunzioni da fare alla luce di quanto è previsto nel contratto già firmato? Di sapere se l’amministrazione intende di mettere a disposizione dell’Agenzia incaricata della selezione, un ufficio comunale per l’acquisizione delle domande cartacea, senza che i disoccupati debbano recarsi a Lecce?

Ma per questa, che è una delle pochissime opportunità occupazionali di Manduria, Durante lancia anche una proposta che ha le premesse sulla situazione in cui versano tante famiglie che per un motivo o un altro hanno perso il lavoro e sull’elevata percentuale di giovani disoccupati che cercano un primo lavoro. Considerato che il numero delle istanze – secondo Durante – sarà molto elevato e che l’attività di operatore ecologico non richiede una grande professionalità; tenuto conto che il contratto stipulato tra il Comune e la Igeco prevede la durata di nove anni, Durante propone che la selezione degli operatori ecologici avvenga tramite sorteggio e che sia stilata contestualmente una graduatoria per consentire a rotazione l’assunzione degli operatori ecologici a tempo determinato e per tutta la durata del contratto. Una proposta interessante che dovrebbe essere fatta propria dall’Amministrazione Comunale e da tutti i consiglieri comunali che hanno a cuore le sorti dei giovani e dei padri di famiglia senza lavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: