Cambiamo Avetrana. Emanule Micelli vince le primarie: è candidato sindaco.

Al termine di un percorso, avviato sin da settembre per iniziativa del Circolo del Partito Democratico ed già dai primi incontri allargato a tutti i cittadini, alcuni dei quali anche di diversi orientamenti politici ma delusi dall’attuale amministrazione comunale e motivati ad intraprendere un percorso di cambiamento, le primarie del 6 marzo scorso hanno decretato il candidato sindaco del Progetto Cambiamo Avetrana scelto tra i tre candidati, Lucia Vacca, Rosaria Petracca ed Emanuele Micelli.

Ed è proprio su quest’ultimo nome che si è concentrato il maggior numero delle preferenze espresse dai tanti cittadini ed elettori che si sono messi in fila per dare il proprio contributo.

“Le Primarie hanno decretato che il compito di guidare la lista di Cambiamo Avetrana spetta senza ombra di dubbio ad Emanuele Micelli, che è stato proclamato Candidato Sindaco dal presidente del seggio dopo lo scrutinio. – si legge in una nota di Cambiamo Avetrana – Il dato dell’affluenza è entusiasmante: 1559 elettori hanno voluto rendere chiaro che il cambiamento è ormai alle porte, e riconoscono in Cambiamo Avetrana il progetto giusto per guardare al futuro della nostra comunità. Tutti i partecipanti, ma non solo, ci guardano con attenzione e ci impongono di valutare la Comunità avetranese nella sua interezza, senza steccati, ma ben consapevoli che il nostro Progetto è fortemente alternativo a quello, sostanzialmente fallito, portato avanti nelle amministrazioni degli ultimi 10 anni”.

“Adesso – prosegue la nota – affronteremo due sfide fondamentali: l’elaborazione di un programma che tenga conto delle problematiche del nostro Comune ma nello stesso tempo tracci la strada verso un avvenire ricco di opportunità per tutta la comunità;
costruire una lista di persone che, insieme ad Emanuele Micelli, Candidato Sindaco di Cambiamo Avetrana, abbiano voglia di rimboccarsi le maniche per lavorare sodo, siano in grado di ascoltare la cittadinanza, mettano a disposizione le proprie esperienze e le proprie competenze e soprattutto abbiano la capacità di lavorare in gruppo, al servizio del cittadino”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: