Merine. Operazione antidroga “Genesi”: 6 arresti

Sei persone sono state arrestate nella notte dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce che hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti indagati e tratto in arresto altri due soggetti colti in flagranza di reato con 65 kg di marijuana.
Le indagini condotte dal GICO di Lecce nell’ambito dell’operazione denominata “Genesi”, sono state eseguite anche attraverso l’infiltrazione nel sodalizio criminoso di tre “agenti sotto copertura” che fingendosi disponibili all’acquisto di una
grossa partita di stupefacente, hanno monitorato i movimenti dei trafficanti giungendo, infine, al loro arresto ed al sequestro dello stupefacente.
Le indagini hanno inoltre consentito di accertare il collegamento di alcuni di essi con il clan mafioso “Vernel”, operativo in agro di Vernole e Melendugno, quale costola della Sacra Corona Unita. Sono emerse in particolare forti tensioni con l’attuale reggente del clan dovute al mancato pagamento di una fornitura di droga e sfociate nel veto imposto dal boss agli stessi indagati di trafficare stupefacenti nell’area di influenza di quella compagine mafiosa.
In tale contesto sono state pure riscontrate gravi minacce rivolte dal capo clan nei confronti dei consociati, ostentando il possesso di armi da fuoco, circostanza che aveva indotto gli indagati ad armarsi a loro volta di un fucile a canne mozze per respingere eventuali azioni ritorsive.
Sulla base degli elementi raccolti dai finanzieri, il Gip presso il Tribunale di Lecce dott. Michele Toriello ha emesso, su richiesta del PM della Direzione Distrettuale Antimafia, dott Guglielmo Cataldi, un provvedimento restrittivo a carico di tre italiani ed un cittadino di nazionalità albanese, accusati di traffico di stupefacenti, detenzione e porto di armi da fuoco ed estorsione.
L’operazione di polizia, svoltasi in agro di Merine dove si trovava la base operativa del sodalizio, ha condotto all’arresto di
C. B., cittadino albanese di 54 anni, G.P. di 32 anni, V.P. di 58 anni e L.A. di 37 anni, tutti pregiudicati, e di altri due soggetti di nazionalità albanese P. D. di 31 anni e L.L di 27 anni, sorpresi durante il blitz in possesso della droga poi posta sotto sequestro. Successive perquisizioni eseguite presso le abitazioni degli arrestati, hanno consentito di rinvenire e porre sotto sequestro altri 123,15 gr. di marijuana.
I sei arrestati si trovano ora presso la Casa Circondariale di Lecce.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: