Tricase. SOS Marx: Ada Fiore presenta il suo secondo romanzo.

Dopo il successo di Vota Socrate (Lupo Editore, 2013), Ada Fiore torna con la sua agile penna a proporre un “classico” della filosofia riuscendo a farci familiarizzare con la dottrina marxiana e dimostrando che le riflessioni sull’inferno capitalistico sono intramontabili.
Sarà presentato domani, mercoledì 22 aprile 2015m a partire dalle ore 19,00, alle Scuderie di Palazzo Gallone a Tricase (Lecce), il libro SOS MARX (Lupo Editore), il secondo romanzo di Ada Fiore, che, dopo il successo di Vota Socrate (Lupo Editore, 2013), torna con la sua agile penna a proporre un “classico” della filosofia riuscendo a farci familiarizzare con la dottrina marxiana e dimostrando che le riflessioni sull’inferno capitalistico sono intramontabili.
Nell’occasione dialogherà con l’autrice un personaggio d’eccezione, Mons. Vito Angiuli, Vescovo di Ugento e S. Maria di Leuca. Modererà Giovanni Bongo.
“Non è andato molto d’accordo con Dio, il filosofo tedesco Karl Heinrich Marx, e a dire la verità molte contestazioni le ha ricevute anche sulla terra… ma – si legge nel libro – straordinariamente trova numerosi estimatori tra le anime dannate, affascinate dal suo carisma e stimolate dal suo pensiero, dal dibattito che accende l’ora d’aria concessa nell’Inferno. C’è sempre un diavolo che ci mette la coda, però, tanto più tra le fiamme eterne, e una delazione induce Lucifero a relegare in isolamento il pensatore con pesanti capi d’accusa, tra i quali, intollerabile per il Demonio, quello di voler scatenare una rivoluzione per sottrargli proprio l’Inferno, sua indiscussa proprietà. Seguendo gli insegnamenti del loro amico, i dannati decidono allora di organizzarsi per ottenere la liberazione di Marx convincendo Lucifero che sulla terra esiste un mostro infernale che gli può fare concorrenza e che dal filosofo potrà ricevere le informazioni necessarie a combatterlo e a vincerlo per mantenere il primato della malvagità. Si apre così il processo nel quale l’autore del Manifesto e Il Capitale potrà esporre le proprie teorie per dimostrare che la sua auspicata rivoluzione non mira certo a sovvertire l’ordine infernale, bensì doveva portare all’instaurazione di una società di eguali tra gli uomini. Ma numerose e inattese testimonianze vengono a scompigliare l’udienza e la conclusione del processo è davvero sorprendente….”

SOS MARX

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: