Tenta suicidio: salvato dalla Polizia

Niente rende più felici che salvare una vita. Sono stati ripagati così gli agenti di Polizia che, a Capodanno, in pieno giorno di festa, hanno lottato contro il tempo per tentare di strappare alla morte un uomo che si era allontanato facendo preoccupare i suoi familiari.
E’ accaduto ieri pomeriggio. Intorno alle 17.00, un uomo di 59 anni residente a Taranto, si è presentato negli Uffici della Questura, denunciando in maniera piuttosto allarmata la scomparsa del figlio di anni 39 che nei giorni precedenti, in seguito ad alcuni dissidi con la moglie, si era allontanato facendo perdere le proprie tracce.
Nella sua segnalazione il papà dello scomparso manifestava ansia e preoccupazione per il fondato timore di un possibile gesto disperato del figlio. E’ così sono scattate febbrili indagini volte a rintracciare il 39enne. Avendo scoperto che nei giorni scorsi l’uomo aveva preso in fitto una camera in un B&B del centro cittadino, i poliziotti hanno controllato per prima la sua stanza. Hanno bussato alla porta ma non hanno ricevuto risposta. Temendo il peggio, con un pass-partout fornito dai gestori del B&B, sono riusciti ad entrare nella camera trovando al suo interno l’uomo in un precario stato di salute.
Dopo i primi soccorsi, con l’ausilio dei medici del 118, i poliziotti hanno rinvenuto in una tasca del giubbotto dell’uomo un penna insulinica, utilizzata dal 39enne per assumere una ingente dose di insulina sia per via sottocutanea che per via orale, che gli aveva provocato il “coma diabetico”. L’arrivo dei soccorsi, dunque, giusto in tempo per salvare la vita dell’uomo che, dopo le prime cure del caso, è stato trasportato presso il locale nosocomio per le ulteriori terapie utili a ristabilire le sue condizioni di salute.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: