Taranto: sequestrate piante di marijuana, in manette 30enne

In una zona periferica del capoluogo jonico aveva avviato, su un terreno attiguo alla sua abitazione, la coltivazione di piante di marijuana, già diventate alte fino a due metri e mezzo, destinate all’illegale lavorazione e successiva vendita. La scoperta è dei militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Taranto che per gli specifici controlli erano supportati da un’unità cinofila antidroga. I militari hanno intuito subito che responsabile di tale coltivazione non poteva che essere il trentenne tarantino R.F., gia’ noto alle forze dell’ordine, il quale, aderendo alla specifica richiesta formulata dai finanzieri, ha consegnato spontaneamente alcune stecche di hashish, contenute sia all’interno di una scatola di latta che in una busta trasparente, per un peso di circa 25 grammi. Avendo il fondato motivo di ritenere che nell’abitazione potesse essere rinvenuta altra sostanza stupefacente, le Fiamme Gialle hanno seguito na perquisizione, che ha consentito di rinvenire, abilmente occultati, altri tre panetti di hashish del peso di oltre 300 grammi. Sono scattate le manette ai polsi del 30 enne che, accusato di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato associato alla casa circondariale di Taranto.

07.09.2013 - Sequestro Stupefacenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: