Taranto: nascondeva una potente bomba nell’armadio

Oltre ad una pistola, all’interno dell’armadio nascondeva una pericolosa bomba. La scoperta è degli Agenti della Squadra mobile di Taranto impegnati in mirati servizi finalizzati al rinvenimento di armi, munizioni e materiale esplosivo in uso alla malavita locale. Con l’accusa detenzione abusiva di arma da fuoco clandestina e di ordigno esplosivo è stato arrestato il tarantino Giuseppe Cantore di 34 anni.
Ieri sera gli Agenti della Squadra Mobile hanno fatto irruzione nell’appartamento di CANTORE, ubicato in via Plateja, dove nel corso di una accurata perquisizione hanno rinvenuto nell’armadio della stanza da letto una pistola marca Beretta, cal.7.65, con matricola abrasa, completa di caricatore e relativo munizionamento.
Poi la clamorosa scoperta: nello stesso armadio i poliziotti hanno rinvenuto un ordigno esplosivo, del tipo artigianale, del peso di 1360 gr. completo di miccia a lenta combustione già innescata, confezionato con nastro da imballaggio. Sul posto sono intervenuti gli Artificieri della Polizia di Stato che hanno provveduto alla rimozione dello stesso. Successivamente gli stessi specialisti hanno accertato che si trattava di un manufatto, confezionato con tritolo e Anfo, miscela questa che conferisce all’ordigno un alto potenziale esplosivo e detonante.
CANTORE è stato rinchiuso nella locale Casa Circondariale. Le indagini intanto proseguono per accertare se l’uomo avesse progettato di compiere qualche attentato dinamitardo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: