Taranto: Maltratta l’ex convivente, arrestato

Pedinata, ingiuriata e picchiata, vessata anche sul luogo di lavoro tanto da essere più volte licenziata: l’assurda gelosia dell’ex convivente l’aveva costretta a ridurre al minimo i suoi spostamenti, cessando qualsiasi relazione sociale o personale.

Il calvario della giovane donna ha trovato finalmente una fine nel tardo pomeriggio di ieri quando i Carabinieri della Stazione di Taranto Centro hanno arrestato l’uomo, un 30enne, pregiudicato, tarantino.
Le indagini, avviate alla fine di marzo scorso, quando la ragazza aveva denunciato i continui maltrattamenti subiti dal suo ex.
I militari hanno così accertato che l’uomo, non sopportando l’idea che la loro relazione fosse, aveva continuato a perseguitarla e all’inizio di aprile aveva perfino tentato di violentarla.
Il Gip di Taranto, Patrizia Todisco, su richiesta del Sost. Procuratore, Rosalba Lopalco, ne ha dunque disposto l’arresto per maltrattamenti e violenza sessuale.
La giovane, sostenuta e monitorata da personale dell’Arma dei Carabinieri e di un centro antiviolenza del territorio, che l’ha accolta, così come è stato fatto con numerose altre vittime di violenza, potrà ora riprendere una vita “normale” lontana dal terrore di essere costantemente pedinata o ancor peggio minacciata di morte e dalla violenza che è stata costretta a subire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: