Taranto: Fratelli d’ Italia. Dario Iaia “…un partito in salute che ha tanta voglia di fare bene”

E’ tornato a riunirsi, sabato scorso, il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia Taranto alla presenza del coordinatore provinciale avv. Dario Iaia.

Oggetto della discussione sono stati i risultati delle ultime elezioni amministrative che hanno confermato la crescita costante del partito di Giorgia Meloni anche in terra jonica dove si incrementa il numero dei sindaci targati FDI con l’elezione del sindaco di Monteparano avv. Maristella Carabotto e degli amministratori locali che supera la soglia delle quarantacinque unità tra Sindaci, assessori e consiglieri comunali in forza a FDI, numeri questi che che avranno il loro peso nella prossima tornata elettorale per il rinnovo del consiglio provinciale di Taranto e non solo.
Ho trovato un partito in salute che ha tanta voglia di fare bene e dare il proprio contributo per la crescita del nostro territorio con la forza delle nostre idee, dei nostri valori e con grande passione.  – ha affermato il coordinatore provinciale Dario Iaia commentando l’esito della riunione – La discussione è stata proficua e vi hanno preso parte anche nuovi amici che hanno deciso di far parte del nostro progetto politico. Ci siamo soffermati, ovviamente, sulle elezioni comunali del prossimo anno che riguarderanno la città capoluogo, Taranto, ma anche importanti comuni come Martina Franca, Castellaneta, Mottola, Palagiano e Sava.
La nostra attenzione si è concentrata soprattutto su Taranto dove stiamo lavorando per un progetto unitario del centro destra con gli amici di Forza Italia e della Lega per fare in modo che a breve possa essere presentato alla città il nostro progetto politico ed il nostro candidato sindaco. Devo prendere atto che il rapporto personale e politico con i segretari provinciali sia della Lega che di Forza Italia è ottimo e siamo in perfetta sintonia su moltissimi punti. Colgo anche l’occasione per augurare buon lavoro al neo coordinatore provinciale della Lega Taranto Luigi Laterza.
Il nostro progetto, chiaramente di centro destra, è aperto a tutti coloro i quali ci vogliano dare una mano, al civismo, al mondo delle associazioni, del sindacato, dell’imprenditoria, della scuola, dello sport ed a tutte quelle forze politiche che sono alternative all’amministrazione Melucci ed al tavolo trasversale che sta prendendo forma in questi giorni con all’interno pezzi importanti dell’amministrazione del sindaco Melucci che di giorno governano insieme la città e di sera si riuniscono per costruire un progetto in contrapposizione con quello del PD.
Alla luce di questo quadro, l’unità del centro sinistra tarantino così tanto sbandierata non esista, nonostante Michele Emiliano, la gestione del potere, la nomina della nuova giunta e l’affidamento degli incarichi nelle partecipate. Leggere che un numero importante di consiglieri comunali di centro sinistra continuino a partecipare ad un tavolo alternativo all’amministrazione di centro sinistra non credo faccia piacere al sindaco di Taranto.
Ma questa è la loro metà campo. Noi, dal nostro canto, continuiamo a lavorare per allargare il tavolo del centro destra che è coerentemente alternativo a questi due progetti e che non si fa ammaliare dalle tante sirene che ci invitano a desistere.
Agli amici del centro destra che in questo periodo stanno prendendo parte a questi tavoli in cui c’è di tutto e di più voglio fare un invito: abbiate pazienza e dateci i una mano per costruire insieme una proposta conservatrice seria da proporre alla città che abbia alla sua base i valori, le idee ed i progetti che sono nostri. Fuori dalle stanze del potere, c’è un intero mondo moderato e conservatore che, spesso non vota, e che aspetta la nostra proposta, che non ha nessun interesse per le poltrone o la spartizione del potere. Che non fa del mercimonio il proprio valore e che ha come unico interesse il benessere della città e la difesa degli ideali del centro destra. Taranto ci chiede questo e noi su questo stiamo lavorando.




 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: