Statte. Sopresi a tagliare condutture irrigue: arrestati tre rumeni.

Stavano rubando condutture in plastica utilizzate per l’irrigazione dei campi. Tre cittadini rumeni residenti nel comune di Massafra, sono stati arrestati in flagranza di reato per tentato furto.

I tre, ieri pomeriggio, armati di motosega e seghetto, erano intenti a tagliare delle tubature in pvc all’interno di un terreno in agro di Statte, quando sono stati sorpresi dai Carabinieri della locale Stazione. I malfattori avevano già provveduto a frazionare condutture irrigue, per complessivi 10.000 metri lineari, riducendole in spezzoni della lunghezza di 2/3 metri ciascuno, pronti per essere caricati su l’autocarro con il quale erano giunti sul posto.
Sono stati perciò bloccati e dichiarati in arresto, mentre l’automezzo e le attrezzature da loro utilizzati sono stati sequestrati.
Le condotte idriche, oramai irrimediabilmente danneggiate dall’azione dei ladri, erano di proprietà di un imprenditore agricolo che aveva in affitto i terreni su cui si trovavano. I tubi, del valore di circa 20.000 euro, sarebbero stati rivenduti per poche centinaia di euro sul mercato nero, che oltre ai più remunerativi materiali metallici, in particolare il rame, ricetta anche materiali plastici riciclabili.
I tre, di 46, 37 e 36 anni, tutti incensurati, dopo le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Taranto su disposizione del P.M. di turno Dott. Mariano Buccoliero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: