San Giorgio Jonico: fiamme partite da terreni incolti lambiscono palazzine

Sfiorata tragedia ieri mattina a San Giorgio Jonico. Un enorme incendio divampato in alcuni terreni incolti ha lambito gli edifici della zona compresa tra via Botticelli, via Caravaggio e la SS 7ter. Sono stati attimi di terrore per l’avanzare del fuoco che si è avvicinato pericolosamente alle auto regolarmente parcheggiate nel giardino di un’abitazione. Fiamme altissime, fumo nero. Solo grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco si è evitato il peggio.
“Non è la prima volta che i cittadini sangiorgesi si trovano in situazioni di pericolo dovute all’incuria di alcuni proprietari terrieri” afferma in una nota la portavoce del M5S Monica Altamura. “Qualche mese fa è toccato per ben due volte ai residenti delle vie Molise e Campania che hanno dovuto chiedere l’intervento dei vigili del fuoco per domare le fiamme dei terreni incolti e non curati che circondano la zona.” Monica Altamura chiede: “Ma che senso ha emanare un’ordinanza se poi non si fa rispettare?” L’ordinanza sindacale n°15
del 14 Luglio 2017 avente per oggetto “Prevenzioni incendi boschivi e di interfaccia – Obbligo di manutenzione delle aree incolte e abbandonate Anno 2017, obbligava i proprietari dei terreni, a qualsiasi titolo, di tenere puliti i loro beni ricadenti nel territorio di San Giorgio Jonico. “Quando si inizierà a far rispettare le ordinanze o, più in generale, le regole del buon senso civico? – si chiede ancora la pentastellata, e prosegue – “Mi sembra naturale che se si permette ad aziende che dovrebbero fornire servizi alla cittadinanza, o ad alcuni fortunati cittadini di ignorare i contratti o scavalcare le regole, sarà poi difficile chiedere al resto della cittadinanza il rispetto delle stesse.”
“Mi chiedo, tra l’altro, – sottolinea Monica Altamura – che fine abbia fatto il mezzo della protezione civile di San Giorgio e
ancora, gli addetti della protezione civile sangiorgese, oltre a dare una mano durante le feste di paese o ad indicare la strada ai pellegrini accorsi in occasione del compleanno del caro
Don, sono attrezzati ed addestrati per fronteggiare situazioni come quella odierna?” e così conclude la Portavoce comunale “Oltre a pensare alle meritate ferie di ferragosto si pensi alla sicurezza dei cittadini, dell’ambiente e di tutto il territorio sangiorgese”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: