Sabato nero per motociclisti: 2 morti e 2 feriti gravi

E’ stato un sabato nero sulle strade salentine teatro di tre terribili incidenti nelle tre province di
Lecce Taranto e Brindisi accomunati dal fatto che hanno interessato quattro motociclisti
Un gravissimo incidente si è verificato intorno alle 21 sulla provinciale che collega Parabita ad Alezio. Il bilancio è di due morti. Le vittime sono Pantaleo Sassonio di 47 anni e la moglie Anna Rita Scarpa di 56, residenti a Matino. I due erano a bordo di una moto Yamaha 750. Ancora da ricostruire la dinamica dell’incidente, avvenuto sembrerebbe durante una fase di sorpasso della moto, in prossimità della rotatoria dedicata alla Madonna della Coltura. Rimaste coinvolte anche tre autovetture. Sul posto per i rilievi i carabinieri della stazione di Parabita, i colleghi della compagnia di Casarano e diverse ambulanze del 118. I veicoli sono stati sequestrati e i conducenti sottoposti al test alcolemico, che però ha dato esito negativo.

E’ di tre feriti di cui uno in gravi condizioni invece il bilancio di un altro incidente che si è verificato ieri sera intorno alle ore 18,30 sulla strada che collega Manduria ad Avetrana. Si tratta di Leonardo Pizzaleo 52 anni di Manduria dipendente dell’Ilva di Taranto. Per cause in corso di accertamento, l’uomo che viaggiava a bordo di una moto di grossa cilindrata, in direzione Avetrana, subito dopo una curva, si è scontrato con una prima auto che lo ha sbalzato e poi con un’altra auto che sopraggiungeva. Ha fatto un volo di diversi metri finendo nelle campagne circostanti. Sebbene ancora in vita, quando sono arrivati sul posto i medici del 118, l’uomo è apparso subito in gravissime condizioni. Trasportato in codice rosso all’Ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria è ricoverato in rianimazione.

Si è verificato intorno alle 19.30 di ieri sera l’incidente sulla strada che da Brindisi conduce a Tuturano. La vittima è un giovane brindisino A.P. di 20 anni. Secondo le prime informazioni, il ragazzo, avrebbe perso il controllo della sua moto di grossa cilindrata in un tratto di strada in cui vi sono una serie di cunette in successione in contrada Chiodi. Non sarebbero coinvolti altri mezzi. Il malcapitato è stato soccorso dal personale del 118, giunto sul posto a bordo di un’ambulanza. Condotto in codice rosso verso l’ospedale Perrino, il 20enne è stato ricoverato presso il reparto di Rianimazione, con prognosi riservata. Preoccupano, in particolar modo, le lesioni riportate a una gamba. La ricostruzione dell’incidente è a cura degli agenti della polizia municipale di Brindisi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: