Radio Capital: Il ministro Bellanova abbandona quadro simbolo donato dalle mamme di Taranto

Si parla di Ilva nella puntata di Tg zero andata in onda ieri 12 Novembre (sotto il link dal minuto 40 in avanti). Il programma radiofonico,

condotto da Michela Murgia e Edoardo Buffoni, che va in onda su Radio Capital ha dato notizia di un episodio che si sarebbe verificato, a fine settembre, nel corso dell’ultima visita della ministra Teresa Bellanova a Taranto. Bellanova, raccontano Murgia e Buffoni, incontra un gruppo di donne che vive attorno allo stabilimento dell’Ilva, madri preoccupate per la salute dei loro figli. Una di loro ha anche perso un figlio di quindici anni, per un sarcoma. Bellanova si intrattiene con loro e alla fine le mamme di Taranto le regalano un quadro dove è raffigurato un teschio, accompagnato dalla scritta “Mamme no diossina”, proprio per enfatizzare il pericolo dato dall’inquinamento: il quadretto è stato realizzato con la polvere di materiale che si deposita da decenni nell’intero quartiere Tamburi.

Radio Capital Tg zero 12 Novembre 2019

Quel quadro, dicono i conduttori, è stato ritrovato, dal corrispondente dalla Puglia di Radio Capital, Gino Martina, poco più in là, gettato in un’aiuola, sotto un albero: “Ora, cara ministra, non è che lo dovevi appendere in cucina – dice il conduttore – ma almeno potevi portarlo al ministero, farlo vedere, raccontarlo. E’ una cosa che queste donne hanno fatto con l’angoscia di vedere i propri figli morire per via di queste polveri. E tu lo lasci in un’aiuola, sotto un albero, in una strada qualunque”. “Insomma, l’ha abbandonato”, incalza Murgia. “Sì, l’ha abbandonato”. Un episodio sgradevole che, purtroppo, cozzerebbe con l’immagine di ex bracciante e paladina degli ultimi che si è voluta costruire un po’ sbrigativamente attorno a Bellanova. La denuncia di Radio Capital non è stata al momento smentita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: