Otranto: risequestrato cantiere di una Rssa da parte del Noe

Torna sotto sequestro ad Otranto nel salento il cantiere di una residenza sociosanitaria assistenziale per anziani. I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce e quelli della Compagnia di Maglie hanno provveduto a dare esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Lecce con il quale si riappongono i sigilli all’area dove è in corso la realizzazione della struttura, estesa per circa 3700 metri quadrati. Già sequestrato d’iniziativa dei carabinieri il 20 giugno scorso, per il quale il Pubblico Ministero, Dssa Paola Guglielmi, aveva immediatamente richiesto la convalida al Gip che si era pronunciato in senso contrario. In virtù di tale decisione l’area era stata dissequestrata nella mattinata del 29 Giugno. 
A distanza di un mese, dopo un’ ulteriore richiesta di misura cautelare reale avanzata dal Pubblico Ministero, è stato disposto un un nuovo provvedimento di sequestro, in quanto i manufatti sono stati edificati illegittimamente ed in difformità rispetto al provvedimento concessorio, soprattutto per ciò che attiene  alla realizzazione dei prospetti, consapevolmente realizzati non conformemente al progetto approvato ma tenendo conto di quello che sarebbe stato proposto in  variante (solo dopo il primo accesso dei carabinieri al cantiere), non ancora validato quindi dagli organi tecnici, fra cui la Soprintendenza per i Beni Ambientali e del Paesaggio, che avrebbe dovuto fornire il necessario nulla osta paesaggistico. Le indagini sulla realizzazione della Residenza sociosanitaria otrantina sono ancora in corso. 

foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: