Orgoglio e Dignità: “…Manduria merita atti amministrativi seri”

“I cittadini, con i giovani ed i disoccupati in testa, meritano ben altro trattamento ed aspettative. Non è obbligatorio, mantenere in vita una coalizione
all’insegna del tirare a campare, in quanto diventa, soprattutto, inefficiente.” E’ il commento di Pietro Capogrosso dell’Associazione Culturale “Orgoglio e dignità” sull’attuale realtà politica-amministrativa di Manduria, “…una città divenuta insufficiente in tutto che diventa ogni giorno sempre più caotica, dove succede di tutto nel silenzio totale e generale”. L’esponente dell’associazione rompe gli indugi e fa un quadro a tinte fosche della situazione “A Manduria, purtroppo, non esiste, neanche lontanamente, una qualsiasi forma di opposizione politica che possa denunciare l’inconcludenza gestionale, che serva di sprono e, nel contempo, informi i cittadini.
Sono in tanti ad avere interesse ad addormentare le coscienze dei manduriani, perché così facendo, fra un
balletto ed un giro di valzer, possono continuare a tutelare propri interessi politici. In questi mesi di Amministrazione Massafra, come se niente fosse, i Consiglieri Comunali hanno formato, scomposto, aggregato, fatto e disfatto gruppi di maggioranza, cambiato e scambiato Assessori ma, purtroppo, non hanno prodotto, nessun beneficio ai cittadini e alla città. Questo continuo ed interessato contorsionismo è servito a salvaguardare compensi e qualche presidenza di Commissione Consiliare, bastonando, però, la democrazia, svilendo le Istituzioni e facendo perdere credibilità alla buona politica.” “Siamo sinceramente amareggiati da quanto succede da oltre due anni, senza che nessuno prenda
provvedimenti politici trasparenti e consequenziali,” – afferma Pietro Capogrosso che prosegue – “Manduria ha bisogno di atti politici ed amministrativi seri, tendenti ad affrontare i tantissimi problemi che attanagliano la città. Non c’è più tempo da perdere, non è più possibile temporeggiare in trattative che umiliano la parte imparziale dei cittadini e danneggiano, ulteriormente, la città. Il Sindaco ha il sacro santo dovere di chiamare alla responsabilità politica e all’impegno amministrativo gli attuali addetti ai lavori e, per fare questo, non deve inventarsi niente, deve solo mettere in pratica ciò che scrisse e disse durante la Sua campagna elettorale. Tantissimi cittadini manduriani votarono Massafra Sindaco perché furono conquistati da quanto affermò in campagna elettorale e chi, disinteressatamente, s’impegnò nel votarlo e a farlo votare aspetta, anche se con oltre due anni di ritardo, di vedere applicate e praticati, ogni giorno, atti amministrativi e comportamenti politici coerenti e fattivi. Non è più tollerabile- conclude Capogrosso – il cincischiare di qualcuno, il comportamento questuante di qualche altro, l’egoismo di tirare a campare di altri ancora.”

Municipio Manduria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: