Manduria. Rifiuti provenienti dal Leccese. Ager Puglia: allarmismo ingiustificato

In relazione alla notizia comunicata a margine del consiglio comunale che si è tenuto a Poggiardo sul tema dei cattivi odori circa la destinazione,non ancora ufficializzata – di una parte della frazione organica da raccolta differenziata, prodotta dai Comuni salentini, negli impianti di compostaggio di Ginosa, Manduria e Laterza, c’è la nota di Ager Puglia l’Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti.
“La destinazione, peraltro non ancora ufficializzata, di una parte della frazione organica da raccolta differenziata prodotta dai Comuni salentini negli impianti di compostaggio di Ginosa, Manduria e Laterza, non comporterà alcun impatto ambientale aggiuntivo per il territorio tarantino”. Lo dichiara Gianfranco Grandaliano, direttore di AGER Puglia.
“Gli impianti di Ginosa, Manduria e Laterza – spiega Grandaliano – continueranno a operare nei limiti di trattamento già autorizzati dalla legge, quindi l’arrivo di rifiuti organici provenienti dalla provincia di Lecce non provocherà disagi alle comunità né un aumento delle quantità trattate, ma si inserirà all’interno di una redistribuzione complessiva dei flussi negli impianti regionali che coinvolgerà anche gli impianti di trattamento della frazione organica di Modugno, di Lucera e di Deliceto. Inoltre, è opportuno ricordare che gli impianti coinvolti sono esclusivamente di compostaggio, necessari per la chiusura del ciclo dei rifiuti da raccolta differenziata e per raggiungere gli obiettivi previsti dall’economia circolare”.
“Riteniamo che l’allarmismo – conclude il direttore AGER – che nelle ultime ore sta serpeggiando nella provincia ionica sia assolutamente ingiustificato”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: