Manduria: ragazzini soccorrono anziano in difficoltà. L’altra faccia della città

Un anziano si aggirava in stato confusionale a bordo del proprio veicolo quando è stato notato da un gruppo di ragazzini che si è preso cura di lui ed ha allertato subito la Polizia. E’ accaduto l’altra sera alle 21.30 a Manduria, la stessa città additata come città “omertosa” e insensibile a causa della triste vicenda del pensionato Antonio Cosimo Stano e della baby gang degli “Orfanelli”. Non tutti i giovani evidentemente sono privi di valori ed hanno atteggiamenti da bulli e storie come queste dimostrano che la città di Manduria sa anche difendere le persone deboli ed in difficoltà e non è quel luogo orribile descritto dai media nazionali.
“I nostri poliziotti, giunti sul posto, – spiega una nota della Questura di Taranto – hanno trovato l’anziano signore – un 76enne di Manduria – mentre era intento a parlare con i ragazzi che lo avevano fermato per offrirgli aiuto e conforto. Anche agli agenti l’uomo è parso in evidente stato di alterazione psico-fisica riferendo di non riuscire a trovare la strada di casa.
Le ricerche sono state veloci ed efficaci: grazie al documento di identità che aveva con sé sono stati rintracciati la moglie e il figlio che erano in ansia per la sua prolungata assenza.

“Episodi come questo – osserva il Questore Giuseppe Bellassai – sono la dimostrazione tangibile di quanto sia molto forte nei nostri ragazzi un forte senso civico. Il soccorso a una persona anziana, l’offerta di aiuto e la segnalazione alle Forze dell’ordine diventano la declinazione di quella cultura della legalità che la Polizia di Stato intende promuovere tra le nuove generazioni”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: