Manduria: La Pro Loco si presenta e lancia idee e proposte

Nella Chiesetta di Santa Croce, a Manduria davanti ad un nutrito pubblico, giovedì sera, si è tenuta la presentazione del nuovo direttivo della pro loco eletto il mese scorso. L’evento, organizzato dagli stessi membri dell’associazione per dare ufficialmente il via alla definizione della linea programmatica, ha visto gli interventi del presidente Domenico Sammarco e del vice presidente Antonio Casto che hanno descritto a grandi linee il ruolo che la Pro Loco intende ricoprire ed il contesto attuale al quale prenderà parte.
Gli interventi hanno sottolineato le potenzialità dell’associazione e come queste vadano incoraggiate in primis proprio dalle istituzioni che il presidente Sammarco ha esplicitamente invitato a collaborare per la realizzazione di iniziative volte alla promozione del territorio, le quali non dovranno essere limitate né nel tempo (ai soli mesi estivi), né nello spazio (al solo contesto cittadino). Manduria infatti annovera tra le sue eccellenze i tanti chilometri di incantevoli spiagge, una riserva naturalistica, due località marine ed innumerevoli altri motivi d’attrazione non legati necessariamente ad un tipo di turismo stagionale, uno su tutti l’ormai noto vino Primitivo, conosciuto anche al di là dei confini nazionali e mai sufficientemente celebrato e valorizzato. Per far si che questi obiettivi possano essere raggiunti agevolmente ed in maniera efficace l’idea è quella di costituire un comitato con le altre associazioni già impegnate sul territorio per la promozione dello stesso, perché solo coadiuvandosi si possono raggiungere i risultati desiderati e riuscire a “fare territorio”.

La Proloco, già adesso, è tra le quattro associazioni che per puro spirito di volontariato e amore per la propria terra, rendono fruibile il Parco Archeologico delle Mura Messapiche mettendo anche a disposizione del turista guide con un alto grado di preparazione. L’intervento di Adriana Dilauro, quale componente del direttivo, ha evidenziato le potenzialità della Pro Loco nel settore turistico/ricettivo.

Pro Loco si propone quale contenitore polifunzionale accessibile a tutti, che agevoli tanto la divulgazione dell’espressione artistica nelle sue varie forme e la nascita di veri e propri laboratori creativi quanto lo sviluppo di un’economia territoriale a costo zero. Sono tante le idee proposte : dall’allestimento di mostre o presentazioni di opere letterarie, a diventare anche una sorta di “veicolo” nella presentazione ed esposizione delle tante operose attività artigianali sparse nel nostro territorio e che hanno difficoltà a crearsi anche solo una piccola vetrina pubblicitaria.
Insomma per la Pro Loco il senso di appartenenza è il fulcro delle proprie attività.
All’iniziativa ha partecipato anche l’Assessore Anna Maria De Valerio

1390574_10202400967653496_358872231_n

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: