Manduria incidente frontale: le condizioni dei feriti

Si stavano recando ad Avetrana tre delle persone coinvolte nel terribile incidente stradale
frontale avvenuto ieri mattina alle porte di Manduria: si tratta di due sorelline di 11 e 14 anni, ospiti di una casa famiglia savese, che si trovavano nell’auto, una Fiat Idea, guidata dall’educatrice della cooperativa che si occupa dei minori, una donna di 32 anni di Maruggio. Nell’altra vettura, la Bmw si trovava un giovane imprenditore manduriano di 26 anni. A giudicare dalle immagini delle auto accartocciate è stato un vero miracolo estrarre ancora in vita dalle lamiere i feriti. Mentre la ragazzina 14 enne è rimasta illesa, la sorellina ha riportato una serie di traumi e la frattura di una gamba. Trasferita all’ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria è stata operata al femore ed è ricoverata al reparto di ortopedia. Non sarebbe in pericolo di vita il giovane imprenditore. Avrebbe riportato fratture ad una gamba e ad un braccio e un trauma addominale per questo dopo essere stato trasportato all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Più gravi sono le condizioni della donna di 32 anni che, oltre a riportare traumi agli arti, alla milza e al polmone ha conseguito una pericolosa botta all’arteria aortica addominale con il rischio della vita, in caso di rottura. Dopo i primi soccorsi è stata immediatamente trasferita al Policlinico di Bari e ricoverata al reparto di cardiochirurgia. Sia per la donna che per il giovane la prognosi è riservata. Intanto proseguono le indagini dei Carabinieri della compagnia di Manduria che sulla base della ricostruzione dell’incidente dovranno stabilire le cause ed accertare eventuali responsabilità.

IMG-20170207-WA0003

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: