Manduria: Durante rompe con “Noi Centro”

E’ durata solo pochi mesi la volontà politica del “gruppo misto” prima e “Noi Centro dopo, di spronare l’amministrazione Massafra bis a voltare pagina e dare un vero segnale di cambiamento, rispettando l’impegno preso in campagna elettorale con i cittadini. E’ per questo motivo che Arcangelo Durante rompe con gli
ormai ex compagni di partito Silvano Trinchera, Marcello Venere e Vincenzo Pisconti che sostengono in giunta l’assessore Paride Toma, e dichiara conclusa l’esperienza politica avviata con loro. A “briglie sciolte” ora Durante può togliersi qualche sassolino dalle scarpe. I primi sono rivolti proprio ai consiglieri di NOI CENTRO. “Purtroppo, altro che cambiamento! – dice – dopo aver originato la crisi dell’Amministrazione Massafra per l’assoluta inerzia dimostrata nel corso della prima parte di legislatura, ora come gli altri consiglieri, i colleghi del gruppo “NOI CENTRO” si sono allineati al Sindaco e ai soliti noti personaggi della vecchia politica, dimostrando evidentemente di avere solo sete di potere e, magari, accontentarsi “di…una mangiata di lenticchie”. Ricordo, infatti, – afferma ancora Durante- che soltanto qualche mese fa, questo gruppo aveva votato contro il bilancio consultivo invitando l’amministrazione Massafra a cambiare rotta e rivedere alcune decisioni molto discutibili non condivise dallo stesso gruppo, tra cui:
*project financing per l’illuminazione pubblica con un contratto di 30 anni per 30 milioni di euro;
*Project financing- lavori di ampliamento,riqualificazione e gestione del cimitero per una spesa di 9 milioni di euro;
*Piano del traffico; ect.
Il Gruppo aveva invitato il Sindaco ad attivarsi su altre problematiche, tra cui:
*futuro della discarica “La Chianca”;
*progetto finanziato per la realizzazione della quarta colombaia che prevede la costruzione di 480 loculi e 560 cellette per una spesa prevista di 600 mila euro;
*ripristino del servizio televisivo per le sedute consiliari;
*progetto finanziato per la realizzazione del mercato coperto per una spesa prevista di 130 mila euro, peraltro, approvato a maggioranza anche dall’attuale consiglio comunale;
*organizzazione e gestione diretta della Fiera Pessima, con l’ausilio e la collaborazione delle associazioni di categoria;
*la riduzione delle corse e delle spese per i pulmann di città che girano per 10 mesi all’anno quasi sempre vuoti;
*maggiori controlli e rispetto del capitolato sulle competenze e sui lavori delle aziende Kemipul e Igeco;
*mercatini rionali, sistemazione degli ambulanti sulle piazze già individuate;
Ora, non solo, il sindaco Massafra continua governare come prima e più di prima, ma per di più, continua ad aumentare le tasse ai cittadini, vedi,–
evidenzia Arcangelo Durante – la tassa sulla casa e servizi del 2,2 della TASI, oltre che la previsione dell’aumento pari al 30% della TARI (tassa sui rifiuti) che se confermato e sommato all’aumento del 20% già operato l’anno scorso, significherebbe che il Sindaco Massafra in appena 15 mesi potrebbe aumentare del 50% la tassa della spazzatura ai Manduriani, con l’ausilio del gruppo Noi Centro.

“Una situazione insostenibile!!” esclama spiegando come avrebbe evitato tali rincari. “L’altra sera, in consiglio comunale il mio voto è stato contrario su questi provvedimenti, poiché, si è proceduto all’aumento anziché con fermezza fare una politica finalizzata agli sprechi, sperperi e fare controlli e accertamenti agli evasori fiscali, soprattutto a quelli totali per recuperare le somme di quei soggetti che non pagano le tasse di varia natura, tra cui: i proprietari di alcuni terreni e immobili con impianti fotovoltaici che da oltre dieci anni non pagano l’ICI; gli esercenti di attività che da alcuni anni risultano evasori totali del pagamento della tassa del suolo pubblico, evasori totali del pagamento della tassa sui rifiuti, ecc.. Solo il recupero di questi importi sarebbe stato sufficiente a non aumentare ulteriormente le tasse ai manduriani onesti e coprire il taglio dei fondi sottratti agli Enti comunali dallo Stato. Senza parlare poi dell’inerzia dell’Amministrazione Comunale sulla raccolta differenziata ferma a percentuali ridicole, raccolta che se incrementata avrebbe contribuito a ridurre l’aumento della TARI Tassa sui rifiuti.

Pertanto, riscontrando l’incoerenza dei colleghi del Gruppo NOI CENTRO rispetto all’impegno che lo stesso si era prefissato per il cambiamento politico-amministrativo dell’Amministrazione Massafra, Arcangelo Durante dichiara conclusa la sua breve esperienza politica con il gruppo “NOI CENTRO”.

Durante a Bari 1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: