Manduria: …dai muri riaffiora un affresco. Le foto

Nonostante le cattive condizioni in cui si trova, l’ex convento degli Scolopi, sede del Municipio di Manduria, continua a sorprendere. Durante lavori di sistemazione per il trasferimento dell’Ufficio al Contenzioso che dovrebbe essere collocato nei locali dell’Ufficio Affari del Personale, da una parete è venuto fuori un affresco o quel che ne resta. Le foto che gentilmente ci ha girato il consigliere Marco Barbieri rendono l’idea del ritrovamento. Naturalmente i lavori sono stati sospesi in attesa del pronunciamento della Soprintendenza che dovrà valutare come procedere. Nel convento, ristrutturato nel 1930, sono presenti affreschi di Ettore Marzo soprattutto all’interno della sala consiliare. Nella attigua Chiesa del Carmine gli affreschi furono realizzati invece da Diego Bianchi.
Il Convento degli Scolopi realizzato nel XVIII secolo, presenta una facciata barocca divisa in due piani e movimentata da finestre distribuite in modo irregolare, l’ingresso con un arco a tutto sesto ed un balcone in ferro battuto. Attraverso il portale, si accede ad un chiostro a pianta quadrata. Interessanti sono i capitelli che raffigurano angeli e mascheroni, altri dai caratteri classici ed altri con motivi popolari. Il ritmo architettonico viene scandito dall’alternarsi di lesene. Esclusa la facciata esterna ripulita qualche anno fa, gran parte della sede municipale dovrebbe essere sottoposta ad interventi di restauro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: