Le novità e le proposte dell’Associazione TAC e REA nell’intervista al presidente Antonio DIOMEDE

Hanno una casa al mare ma, non essendo residenti, non possono avanzare proposte ed incidere sulle scelte di miglioramento o sulla qualità della vita di un territorio.

Sono i cittadini che hanno deciso di investire in un comune diverso dove si spostano solo alcuni mesi all’anno. A loro la Costituzione non dà alcun potere perché non fanno parte del corpo elettorale e proprio per questo gli amministratori non ascoltano nemmeno le loro istanze. Evidenziando questa grossa lacuna l’Associazione Tac Tutela Ambiente Campomarino ha lanciato l’idea di avanzare ai parlamentari una proposta di legge per dare diritto di voto anche ai cittadini che, in un determinato comune, hanno interessi andando a dare questa grande opportunità di democrazia.

Un po’ come accade per gli Italiani all’Estero.

Ma ci sono anche altre novità l’accordo con l’Associazione Genitori Tarantini per una lotta comune come il grande mostro del siderurgico.

Nell’intervista l’Ing. Antonio Diomede spiega le proposte e le novità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: