Il viceministro Bubbico a Taranto: massima attenzione per i problemi del territorio

Massima attenzione e massimo impegno del governo per la soluzione della complessa problematica di Taranto  – in cui spicca il caso Ilva – salvaguardando i diritti fondamentali e gli interessi in campo. Li ha assicurati questa mattina il viceministro all’Interno Filippo Bubbico intervenuto in prefettura per partecipare, in presenza delle autorità locali, civili e militari, alla cerimonia di consegna di  7 onorificenze dell’Ordine ‘Al Merito della Repubblica Italiana’ conferite dal Presidente della Repubblica e di quattro medaglie d’onore concesse a cittadini ex deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti

L’esponente del Governo Letta ha dichiarato che si lavorerà per garantire la produzione industriale e l’occupazione e, al tempo stesso, la tutela della salute e della qualità ambientale, sottolineando la necessità di agire con pragmatismo in un’ottica di lungo periodo, con l’obiettivo di realizzare un nuovo modello di sviluppo per la ripresa.Il Viceministro Bubbico, nel far riferimento alle composite e difficili vicende che la Città di Taranto e l’intera provincia jonica stanno affrontando, ha sottolineato come i problemi e le criticità possano sovente costituire, con l’impegno comune, fonti di nuove opportunità di crescita e di sviluppo dello stesso territorio.

Tema importante per il territorio locale che, ha sottolineato il prefetto Claudio Sammartino, ha bisogno di passare da una logica di emergenza a una logica di prevenzione e crescita. Sammartino ha annunciato, in quest’ottica, la firma a breve di due protocolli di legalità per il sistema economico messi a punto dalla prefettura, che ha in cantiere anche un protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro, anche questo vicino alla firma.

Rimanendo in tema di lavoro e sicurezza dei lavoratori, il prefetto ha anche ripercorso gli ultimi mesi vissuti dal territorio, dalla città e dalla prefettura, impegnata in prima linea a garantire la coesione istituzionale e, soprattutto, a veicolare con i fatti un messaggio ritenuto fondamentale: la tenuta istituzionale e la leale collaborazione tra le amministrazioni, promossa sul territorio dalle prefetture, sono fattori decisivi per il progresso delle comunità locali.
Per questo, ha sottolineato Sammartino, anche nei momenti più difficili del passato recente della provincia, «il sistema Stato ha tenuto», garantendo al tempo stesso la tutela dell’ordine pubblico e dei diritti civili, come la libertà di espressione e di manifestazione.

 

bubbico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: