Il Conapo chiede riforme e parità di trattamento per i Vigili del Fuoco

Giornata di sciopero Nazionale per i Vigili del fuoco che hanno attuato presidi innanzi a tutte le Prefetture d’Italia nonché a Piazza Montecitorio: chiedono un governo stabile che si assuma le sue responsabilità e metta mano ai problemi dei Vigili del Fuoco che sono i problemi di Sicurezza dei Cittadini.
Se da una parte la politica e le istituzioni continuano a mantenere i privilegi, gli sprechi e e le inefficienze, dall’altra – denuncia il Conapo, sindacato autonomo dei vigili del fuoco – tagliano la sicurezza senza mettere mano alle riforme indispensabili, lasciando immobile il sistema di soccorso nazionale che ha bisogno di interventi spesso anche a costo zero per lo Stato.
In questo grave scenario, i Vigili del Fuoco continuano silenziosamente a lavorare con umiltà – prosegue il sindacato – ogni giorno, 24 ore su 24 e tra mille difficoltà per assicurare il soccorso e la sicurezza al paese, anche durante queste ore di sciopero.
Ai cittadini che riconoscono già il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco come una delle istituzioni più amate ed apprezzate, rivolgono un appello affinché oggi più che mai sostengano le riforme necessarie. Nella prossima legge di stabilità per il 2014 che dovrà essere presentata entro il 15 Ottobre fanno appello ai politici e alle istituzioni affinché si metta mano alle riforme auspicate sbloccando le assunzioni dei Corpi dello Stato preposti alla sicurezza e a riconoscere parità di trattamento degli appartenenti ai vigili rispetto agli altri Corpi dello Stato.

conapo1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: