Il calcio biancoverde saluta Alfonso Caniglia: dove c’era lui non passavano gli avversari. I suoi ricordi in una video intervista inedita

Si è spento ieri all’età di 73 anni una vecchia gloria del calcio biancoverde, il manduriano Alfonso Caniglia.

I funerali si terranno nella chiesa Santa Maria di Costantinopoli a Manduria a partire dalle ore 17.

Sia da giocatore che da tifoso Alfonso ha sempre amato i colori biancoverdi, fai buon viaggio Alfonso, e forza Manduria anche da lassù”. E’ quanto si legge in un post dell’UG Manduria Sport che ha salutato così uno dei giocatori più amati dal pubblico.

Il ricordo di quegli anni passa da una foto d’epoca, risalente alla stagione calcistica 1966-1967, quando in campo Caniglia era con una delle formazioni più tecniche della storia del calcio manduriano che ha fatto sognare i tifosi biancoverdi. Alcuni di quei giocatori, durante un’iniziativa dell’Associazione Manduria Adesso che si è tenuta in Fiera nel 2017, si sono incontrati nuovamente dopo cinquant’anni. Insieme a Trillini e Dal Moro, Alfonso Caniglia aveva raccontato al nostro microfono alcuni episodi di quegli anni che abbiamo voluto condividere in suo ricordo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: