Grottaglie. Sparatoria in viale Gramsci: arrestati padre e figlio.

Due persone sono state arrestate a Grottaglie nella tarda serata di ieri dagli Agenti del locale Commissariato di P.S. che hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura coercitiva, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Taranto, nei confronti di Francesco MICELLI, di anni 49 e Raffaele MICELLI, di anni 27 (padre e figlio), pregiudicati di Grottaglie, ritenuti responsabili dei reati di porto e detenzione abusiva di arma comune da sparo, spari in luogo pubblico e lesioni personali in concorso tra loro.
Il provvedimento restrittivo giunge in seguito alle indagini avviate dai poliziotti subito dopo la sparatoria avvenuta il 13 agosto scorso in viale Gramsci, nei pressi di un esercizio commerciale, nel corso delle quali hanno raccolto inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti di Francesco e Raffaele MICELLI.
Gli elementi raccolti sul posto hanno consentito inoltre di ricostruire la dinamica del delitto in cui un cliente rimase lievemente ferito al capo da una scheggia di pietra, staccatasi dal muro a causa dell’impatto del proiettile.
Inoltre, venne rinvenuto e sequestrato un bossolo di pistola esploso cal.9×21 ed acquisite nella circostanza i file delle immagini dei sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali limitrofi.
Gli investigatori non escludono che la vittima predestinata fosse uno degli avventori presenti nel locale al momento della sparatoria, dileguatosi poco prima dell’arrivo dei poliziotti.
Le indagini proseguono per identificare quest’ultimo e per comprendere il movente alla base dell’azione criminosa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: