Fratelli d’Italia Taranto: “NO allo scippo della Strada Regionale 8” 

 

Fratelli d’Italia Taranto dice “NO allo scippo della Strada Regionale 8”. 

Sabato 17 aprile 2021, alle ore 10.00 lungo la strada provinciale Pulsano – Monacizzo

nei pressi della masseria “Porvica”, si terrà una manifestazione “statica” nel pieno rispetto delle normative anti covid 19 per dire “No allo scippo della regionale 8.”

Ad organizzarla il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, guidato dall’Avv. Dario IAIA che assieme al Consigliere regionale Renato PERRINI, ai dirigenti ed ai sostenitori del partito si recherà in un punto simbolico del tracciato della Strada Regionale 8 “Talsano – Avetrana” al fine di richiedere con forza la restituzione dei 70 milioni di euro sottratti dalla Regione Puglia e destinati all’emergenza Covid. 

Queste le dichiarazioni del coordinatore Dario Iaia: 

“ La nostra Provincia e nello specifico il versante orientale della Provincia di Taranto, non può accettare che un’opera così strategica venga definanziata in questo modo, mentre altre opere, in altre province, godono di sorte differente. Nelle scorse settimane, su iniziativa del consigliere regionale Renato Perrini, si è svolta a Bari un’audizione nella quale l’assessore ai trasporti Maurodinoia ha garantito che i fondi saranno restituiti. Stessa cosa ha dichiarato qualche giorno addietro il consigliere Lopane il quale ha garantito che saranno utilizzate risorse CIPE. Noi speriamo che a queste parole seguano i fatti. Non si può accettare che mentre a Bari si spendono quasi venti milioni di euro in una struttura ospedaliera d’emergenza di fatto inutilizzata e costata tre volte le previsioni, da altre parti opere strategiche come la Regionale 8 vengano definanziate.”

Continua il consigliere regionale Renato Perrini:

“Negli ultimi anni nei confronti di Taranto sono state spese parole di solidarietà e di vicinanza, ma sono sempre mancati i fatti. Abbiamo già assistito alla decisione di ridurre le risorse della Regionale 8 che all’origine sfioravano i quattrocento milioni. Oggi, altri 70 milioni vengono distratti. Non possiamo accettarlo perchè la realizzazione della Regionale 8, significherebbe dare una concreta prospettiva di sviluppo al versante orientale della Provincia ionica ed all’intero litorale che da Taranto arriva alla provincia di Lecce. Questa arteria stradale permetterebbe al nostro territorio di fare un concreto salto di qualità in termini di fruibilità commerciale e turistica e risulterebbe maggiormente appetibile per investimenti . In occasione di questa manifestazione intendiamo chiarire che noi non saremo spettatori silenti di quanto accade a Bari nelle stanza della Regione Puglia, ma andremo avanti sino a quando non ci verrà restituita la dignità che qualcuno tenta di sot trarci anche speculando sull’emergenza sanitaria. “

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: