Coronavirus: Nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti urgenti. Il link del ministero

Il ministero dell’Interno ha diramato a tutti i questori una circolare del prefetto Franco Gabrielli, direttore del dipartimento di Pubblica sicurezza per la modifica e aggiornamento del modello di autocertificazione per gli spostamenti urgenti all’interno dei centri urbani.  La nota del Dipartimento di PS, inviata anche ai prefetti e ai Comandi generali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, diffonde in sostanza a tutti gli agenti impegnati nei controlli su strada un modello innovato con una importante  integrazione che agevola i controlli. L’interessato, infatti, deve dichiarare e sottoscrivere «di non essere sottoposto alla misura della quarantena e di non essere risultato positivo al virus COVID-19». 

L’obiettivo è «di rendere ancora più espliciti gli obblighi e le limitazioni cui sono soggetti gli spostamenti dei cittadini». La circolare ricorda come l’articolo 14 comma 1 del decreto legge n. 14 del 9 marzo «per garantire la salute pubblica nella situazione di emergenza in atto » autorizzi «il trattamento e la comunicazione di dati di natura sanitaria anche da parte dei soggetti deputati a garantire il monitoraggio e l’esecuzione delle misure».

Le forze di polizia hanno purtroppo rilevato casi di persone positive che, nonostante tutto, erano in giro per strada: per loro la denuncia è scattata subito. Il nuovo modello ha almeno altri due obiettivi. Tutelare ancor di più il personale delle forze dell’ordine destinato ai controlli, al lavoro spesso in condizioni sfibranti. Ma anche sottolineare – non basta mai visti certi episodi – la maggior consapevolezza possibile su un’emergenza dai contorni drammatici. La percezione della gravità sfugge ancora a troppi. E i casi di leggerezza e di incuria delle nuove regole, al di là dei controlli, non si contano. Ricordiamo che per chi viola la quarantena c’è il reato di procurata epidemia e si rischia il carcere.

Nella circolare c’è infine un’altra precisazione:  Il modello prevede che l’operatore di polizia controfirma l’autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante». Di conseguenza, aggiunge la nota, «il cittadino viene esonerato dall’obbligo di allegare all’autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità

il link del modello dal sito del ministero dell’Interno

https://www.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/modulo-autodichiarazione-17.3.2020.pdf

Da questo link è invece possibile compilare il modulo senza doverlo stampare

https://autocertificazionespostamenti.it/?fbclid=IwAR2ZTMfy1O5hDCS0DC0GjlBSduEGWMPz5M3Mfewp7EeIX4vgPn-wq4s89d8

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: