Coronavirus. Firmato nuovo DPCM: da mercoledì ulteriore stop…ecco chi potrà lavorare e chi no

È di 80 voci l’elenco delle attività che, da mercoledì e sino al prossimo 3 Aprile, continueranno a rimanere aperte dopo la nuova stretta per contenere l’epidemia del Coronavirus.

L’allegato è contenuto nel nuovo decreto firmato poco fa dal presidente del Consiglio dei ministri. Sono sospese le attività produttive mentre le attività professionali potranno continuare: possono rimanere aperte le attività di studi legali, ingegneria, i call center, attività finanziarie e assicurative, uffici postali, edicole, ingrosso di carta e agenzie di distribuzione di giornali, riviste e libri, gli alberghi.
Rimangono aperti anche vetrerie, fabbricazione di articoli di gomma e plastica, macchine per agricoltura, confezioni di vestiti da lavoro, meccanici, rivenditori di pezzi di ricambio per auto, i corrieri per la consegna dei pacchi, gli studi di consulenza gestionale, architettura e ingegneria, i trasporti. Resteranno in funzione l’intera filiera alimentare per bevande e cibo, quella dei dispositivi medico-sanitari e della farmaceutica e, tra i servizi, quelli dei call center. La lista potrà essere aggiornata con decreto del Mise sentito il Mef. « Le attività che, con il provvedimento, vengono sospese, -si legge ancora nel testo – possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile»,

Questi i link dal sito del Governo del decreto e dell’allegato

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/dpcm_20200322.pdf

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/dpcm_20200322_allegato_1.pdf

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: