Anci Puglia studia misure di sostegno alle giovani famiglie pugliesi

Individuare un percorso condiviso teso alla costruzione di misure di contrasto alla denatalità e di sostegno alle giovani famiglie pugliesi, con particolare attenzione ai temi del lavoro, della formazione e della casa. E’ questo l’obiettivo
 

 
del confronto, promosso da Anci Puglia e i rappresentanti dell’Associazione Forum Famiglie, il Direttore Generale di ARPAL Puglia Massimo Cassano e l’Amministratore unico di ARCA Puglia Piero De Nicolo.  Si è svolto questa mattina presso la sede Anci di Bari, un incontro tra Anci Puglia  Per Anci Puglia presente il delegato al Welfare Pasquale Chieco, che ha promosso il confronto, con l’obiettivo di 
“Stiamo attraversando un periodo particolarmente complesso – ha detto il delegato al Welfare di Anci Puglia Pasquale Chieco nel corso dell’incontro svoltosi questa mattina presso la sede Anci di Bari – e molti giovani pugliesi si trovano a vivere una condizione di incertezza e precarietà. La denatalità e il supporto alle giovani famiglie sono questioni estremamente vaste e articolate e coinvolgono in modo trasversale le politiche per la formazione e per il lavoro, i servizi sociali e le questioni dello sviluppo urbanistico delle nostre città. Noi sindaci sappiamo bene quanto la mancanza di lavoro e la difficoltà a trovare casa siano problemi estremamente sentiti nelle nostre comunità e proprio per questo è importante mettere in campo azioni mirate in grado di creare contesti urbani accoglienti e in grado di favorire l’inserimento occupazionale. Voglio ringraziare l’Associazione Forum Famiglie per aver stimolato il confronto su un tema così importante e il Direttore Generale di Arpal Puglia Cassano e l’amministratore unico di Arca Puglia De Nicolò per l’attenzione dimostrata oggi e per la disponibilità a partecipare a questo percorso. La situazione di partenza non è delle più semplici e sarà fondamentale il coinvolgimento degli assessorati regionali interessati, ma confido che l’unione di tante competenze e una conoscenza dettagliata dei bisogni dei territori possano aiutarci a trovare nel medio termine soluzioni nuove e positive.”