“A Manduria non sono disponibili le dosi Astrazeneca e la gente aspetta inutilmente.”

“È davvero vergognoso il trattamento che si sta riservando in questi giorni ai tanti cittadini di Manduria e dei paese limitrofi che si stanno recando presso l’hub della città messapica per effettuare la vaccinazione con il siero Astrazeneca e, dopo ore di fila, sono costretti a tornare a casa per mancanza del vaccino.”

E’ la protesta del sindaco di Sava Dario Iaia che ha raccolto le lamentele dei cittadini che si sono recati nell’Hub di Manduria per completare la vaccinazione contro il covid-19.

“Ora, è comprensibile – prosegue – che non vi sia disponibilità di questo siero, ma buon senso ed organizzazione avrebbero voluto che queste persone fossero avvisate per tempo, in modo da non essere costrette ad ore di attesa inutile sotto il sole ed a non essere costrette a perdere giorni di lavoro senza risolvere alcunché. Deve essere chiaro che le comunicazioni via web sono sicuramente efficaci, ma non nei confronti di tutta la popolazione, soprattutto di quella anziana che non è avvezza a questi strumenti tecnologici. Sarebbe stato opportuno e doveroso avvisare per evitare questo disservizio. Oltre a questo problema, continuano ad arrivarci segnalazioni di cittadini che, invece, pur avendo fatto la prima dose a Manduria, vengono chiamati per la seconda a Taranto, con tutte le difficoltà del caso.
Qualche settimana addietro avevamo già protestato contro la decisione dell’Asl di Taranto di effettuare le vaccinazioni Astrazeneca a Taranto e non a Manduria e ci era stato assicurato, per iscritto, che ciò non sarebbe più accaduto. In realtà, questo non sta avvenendo in quanto tanti cittadini vengono invitati dall’Asl ad andare a Taranto.”

Il sindaco Iaia sensibile alle problematiche dei cittadini chiede pertanto un intervento urgente per risolvere queste problematiche, particolarmente odiose in questo periodo di gran caldo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: