Sava: sequestrata discarica a Monte degli Angeli

Un terreno recintato era adibito a discarica in contrada Monte degli Angeli in agro di Sava. A scoprirlo sono stati i Carabinieri della Compagnia di Manduria che
per prevenire e contrastare i reati e gli illeciti amministrativi in materia ambientale stanno eseguendo controlli e verifiche monitorando il territorio sia per individuare la presenza di eventuali siti oggetto di abbandono illegale di rifiuti, che per accertare che le norme circa il trasporto e lo smaltimento degli stessi siano correttamente osservate.
Durante tali servizi, i militari del Comando Stazione di Sava si sono recati nelle campagne di Sava in contrada Monte degli Angeli dove era stata segnalato un terreno adibito ad abbandono di rifiuti. I militari hanno accertato che l’area in questione era stata recintata da un muro con sopraelevazione costituita da lamiere, al fine d’impedire la visione dall’esterno e insieme ai proprietari hanno effettuato un sopralluogo. E’ così che hanno scoperto che erano stati depositati rifiuti costituiti da materiale plastico e ferroso, nonché la presenza di tre carrelli in ferro da supermercato, uno dei quali in parte riempito di parti in ferro selezionate dallo smontaggio dei rifiuti, nonché due carrelli utilizzati per il trasporto di carcasse di lavatrici e frigoriferi, segno evidente che in quell’area di circa cinquecento metri quadri avveniva la movimentazione, lo smontaggio e lo stoccaggio di rifiuti non pericolosi.
L’area in questione, adibita a discarica dai proprietari del terreno e già sequestrata il 21.09.2013, è stata nuovamente sequestrata ed i coniugi, un 64enne ed una 54enne, entrambi di Sava e con pregiudizi di polizia specifici in materia ambientale, sono stati denunciati per realizzazione e gestione di deposito incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi in area non autorizzata e abbandono di rifiuti.
In analoghi controlli i Carabinieri di Sava hanno poi individuato un’altra area di proprietà comunale, sita in contrada Torre in territorio del Comune di Sava, dove erano stati depositati scarti di lavorazione edili. In merito, i militari hanno provveduto ad informare le Autorità competenti per i relativi provvedimenti di bonifica.
Le attività di contrasto agli illeciti ambientali da parte dell’Arma dei Carabinieri continueranno anche nei prossimi giorni con appositi servizi preventivi e repressivi grazie ai quali si cercherà di garantire ai cittadini un ambiente più salubre e decoroso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: